21 Maggio 2024

“STORIE RIMASTE IN FONDO AL MARE – VOCI E TESTIMONIANZE DALLA LIBIA E DAL MEDITERRANEO”

 

Giovedì 23 maggio, dalle 19, al cinema-teatro “La Compagnia” di Firenze, una serata per riflettere sull’attualità del fenomeno migratorio, attraverso le voci e le storie di chi ha perso tutto per raggiungere il nostro Paese, in fuga da guerra e persecuzioni

Alle 21, la proiezione del documentario “Apnea”: con i registi Claudia Cataldi, Stefano e Elena Poggioni, il direttore di Oxfam Italia Roberto Barbieri, l’assessora regionale Monia Monni e il giornalista Saverio Tommasi

Firenze, 21 maggio 2024 – Sarà una serata per riflettere su quanto continua ad accadere ogni giorno nel Mediterraneo e ascoltare le testimonianze di chi è stato costretto a rischiare la vita in mare, per raggiungere l’Italia e l’Europa, in fuga da guerre, persecuzioni e fame. Per comprendere l’importanza, oggi più che mai, di difendere e tutelare i diritti umani fondamentali di donne, bambini e uomini, a cui spesso vengono negati.

È l’incontro “Storie rimaste in fondo al mare”, in programma giovedì 23 maggio dalle 19, presso il Cinema Teatro “La Compagnia” a Firenze (in via Cavour 50/r). Evento promosso da Oxfam Italia e The Factory Prd, con il patrocinio del Comune di Firenze e in collaborazione con il progetto SAI di San Cascina in Val di Pesa e le molte realtà che operano nel settore dell’accoglienza sul territorio.

Ad aprire la serata, ad ingresso libero, “Human Library”, a cura di LiMo – Linguaggi in Movimento e Florence Must Act, in collaborazione con il progetto SAI di San Casciano in Val di Pesa, uno spazio libero di incontro e di ascolto di “libri viventi” che condivideranno le loro storie di vita in Italia, storie di amicizia, di nostalgia, di coraggio, di resilienza.

A seguire, alle 21, si terrà la proiezione di “Apnea”: la pellicola firmata dai registi Stefano Poggioni, Claudia Cataldi ed Elena Poggioni, che saranno presenti alla serata.

Un racconto struggente e assieme pieno di speranza, attraverso i percorsi di vita e le esperienze di un viaggio difficilissimo, che 14 ragazze e ragazzi, (alcuni ospitati di progetti SAI della provincia fiorentina) hanno deciso di raccontare per offrire una testimonianza autentica, personale e collettiva di tutti i rischi che devono affrontare coloro che decidono di intraprendere una vera e propria odissea verso il nostro Paese.

Ospiti della proiezione saranno il giornalista e Presidente di Sheep Italia Saverio Tommasi, il direttore generale di Oxfam Italia Roberto Barbieri e l’assessora della Regione Toscana alla protezione civile Monia Monni.

A partire dalle 19.00 sarà inoltre offerto un aperitivo, presso il bar della sala cinematografica.

“Teniamo molto a questa serata, che offrirà l’occasione al pubblico fiorentino di riflettere sull’attualità del fenomeno migratorio senza filtri, da una prospettiva che troppo spesso avvertiamo come lontana da noi.ha detto Roberto Barbieri, direttore generale di Oxfam Italia Offrendo assieme spunti di confronto per comprendere quanto una certa comunicazione su crisi umanitarie, come quella nel Mediterraneo, influisca sul dibattito pubblico. A fronte delle continue morti in mare purtroppo continuiamo ad assistere ad un continuo attacco volto a criminalizzare i migranti e screditare le organizzazioni che svolgono soccorso in mare e accoglienza nel nostro Paese. Basti pensare a quanto sta facendo il Governo, che anziché richiedere una missione di soccorso coordinata dall’Europa per salvare il maggior numero possibile di vite, continua a ostacolare le attività delle ONG che operano in mare, imponendo l’assegnazione di porti distanti dalle zone dei naufragi e fermi amministrativi”.

“A proposito di migrazioni forzateaggiunge l’assessora Monnii media nella maggior parte dei casi non toccano il cuore della questione, che è costituito da tutte quelle persone che abbandonano la loro terra, senza un bagaglio se non di speranza, in un viaggio in cui le uniche sicurezze sono relative a ciò che viene lasciato alle spalle: conflitti, violenza, povertà, fame, disastri ambientali. Tutti scenari senza domani. Ecco allora l’importanza di sostenere occasioni come questa, in cui sarà possibile ascoltare in modo diretto storie ed esperienze concrete e riflettere collettivamente su nuovi strumenti per comprendere e accogliere affinché le nostre comunità mettano in pratica ogni giorno di più il valore fondante della solidarietà”.

I partner della serata

Progetto SAI di San Casciano in VdP, Coop21, Misericordia di Tavarnelle, progetto SAI MSNA Firenze, Consorzio CO&SO, Coop. Il Girasole, Coop. LiMo – Linguaggi in Movimento, Florence Must Act, Sheep Italia, CGIL Firenze, Associazione tutori volontari della toscana, COSPE, Refugees Welcome, Associazione 46° Parallelo, Italy Must Act, L’Altro Diritto, Ass. Arcobaleno, Ass. Nosotras, Forum per cambiare l’ordine delle cose, Coop. CAT, Ass. Agevolando, Coordinamento Misericordie Fiorentine, Ass. angolana Njinga mbande, MEDU, Associazione dei Senegalesi di Firenze e circondario, Ass. Progetto Accoglienza, Fondazione solidarietà Caritas, Ass. Anelli Mancanti.

 

Ufficio stampa Oxfam Italia

David Mattesini – 349.4417723 – [email protected]

 

Scarica il file: “STORIE RIMASTE IN FONDO AL MARE – VOCI E TESTIMONIANZE DALLA LIBIA E DAL MEDITERRANEO”

Condividi l’articolo:
oxfam facebook oxfam Twitter oxfam Linkedin