IL POPOLO UCRAINO STA AFFRONTANDO SOFFERENZE INIMMAGINABILI

Oltre 4,5 milioni di profughi dall’Ucraina hanno bisogno di aiuto e protezione. Tu puoi salvarli.

DONA ORA
31 - L - Left Content Right Image

LE PERSONE FUGGONO NELLA SPERANZA DI SALVARSI

Julia viene da Kharkiv, la zona della città in cui viveva è completamente distrutta:

“Abbiamo lasciato l’Ucraina il 3 marzo. Siamo partiti la mattina presto, in un momento in cui i bombardamenti erano cessati. Mio marito è rimasto in Ucraina perché agli uomini tra i 18 ei 60 anni ora è vietato lasciare il Paese.

Julia adesso si trova con sua suocera, suo figlio e alcuni nipoti presso il centro di accoglienza di Hallo Kijowska, in Polonia. Ci racconta degli incubi e della paura:

Ci nascondevamo nei bunker o negli scantinati. Di solito eravamo circa 40 persone, di cui 15 bambini. I bambini scherzavano e sorridevano, non capivano cosa stava succedendo, ci hanno dato la forza per vivere.”

Come Julia, oltre 4 milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina, portando con sè solo ciò che hanno potuto trasportare, lasciandosi alle spalle tutta una vita.

Abbiamo ascoltato tante donne che ci hanno raccontato le loro strazianti esperienze mentre cercavano un luogo sicuro per i loro figli, lottando ogni giorno con la disperazione e il terrore di morire sotto le bombe o di perdere i loro cari, come a troppi è successo. 

Oggi queste persone hanno di fronte un futuro incerto.

Hanno bisogno di cibo, acqua e vestiti caldi, ma soprattutto hanno bisogno di sentirsi al sicuro.

Julia e suo figlio Andrey, presso il Hallo Kijowska reception centre
5 - Full width (title + content)

COSA PUOI FARE TU

34 - L -Image Boxes with Heading
5 - Full width (title + content)

DONA ORA per il nostro fondo emergenze

La situazione è drammatica. L’attesa per attraversare i confini dura decine di ore, con temperature che scendono sotto lo zero durante la notte. Il rischio di subire violenze, respingimenti alla frontiera o di cadere tra le mani di trafficanti che possano avviarle a forme di sfruttamento e schiavitù è concreto e spaventoso.

Oxfam lavora a stretto contatto con le organizzazioni locali in Polonia, Moldavia e Romania per fornire aiuto umanitario e soccorrere quante più persone possibile.

Per questo è urgente agire subito e portare beni essenziali come cibo, acqua e indumenti caldi, nonché attrezzature igieniche per mantenersi pulite e al sicuro dalle malattie.

Centro temporaneo di accoglienza per profughi ucraini - Moldavia

5 - Full width (title + content)

CAMPAGNA "SALVIAMO VITE NELLE EMERGENZE"

Oxfam interviene in oltre 30 emergenze nel mondo.

Dalla terribile carestia nel Corno d’Africa, dove quasi 15 milioni di persone soffrono fame e sete, alla nostra risposta alla crisi siriana, dove stiamo aiutando 1,5 milioni di persone, così come in Giordania, nei Territori Occupati Palestinesi, in Libano e in Turchia, fino allo Yemen, dove dall’inizio del conflitto abbiamo garantito a 4 milioni di persone acqua, cibo e servizi igienico sanitari, lavoriamo al fianco delle persone per portare aiuto.

Nel caso dovessimo raccogliere più fondi di quelli necessari per l’emergenza Ucraina, provvederemo a destinare eventuali fondi aggiuntivi ad altre emergenze, laddove il bisogno sia maggiore.
35 - L - Left Graph, Right Content

OGNI EURO DONATO AD OXFAM ITALIA VIENE UTILIZZATO IN QUESTO MODO

Sia le persone fisiche che le aziende possono godere di agevolazioni fiscali per le donazioni effettuate in favore di Oxfam. Conserva la ricevuta del bollettino postale, la contabile bancaria per i versamenti effettuati con bonifico, copia dell’assegno o l’estratto conto per i versamenti effettuati con carta di credito. Ogni anno, a marzo, ti invieremo un riepilogo delle tue donazioni relative all’anno precedente. Per maggiori informazioni contattaci al numero verde 800.99.13.99 oppure scrivici a [email protected]

Agevolazioni fiscali per le donazioni