Su 1,3 miliardi di persone che vivono in estrema povertà nel mondo, più di 2/3 sono donne e ragazze, la maggior parte di loro vive in zone rurali e il 70% dei bambini che non hanno accesso all’istruzione sono bambine. Le donne guadagnano solo 1/3 del reddito mondiale, ma l’insieme delle loro ore di lavoro corrisponde ai 2/3 di quello mondiale.

Le donne sono da sempre il motore del cambiamento.
Sostenere una donna, rafforzare la sua autonomia, il suo potere e le sue competenze, significa aiutare la sua famiglia e la sua comunità a uscire dalla povertà.

Per questo, Oxfam Italia lavora con e per le donne.

E oggi festeggiamo la Giornata Internazionale della Donna, raccontandovi la storia di Amna, una donna beduina della comunità Abu Nwar che vive alla periferia di Gerusalemme in uno spartano ricovero di lamiera a poche centinaia di metri dagli imponenti insediamenti israeliani. Ricama tessuti. Anche lei, insieme ad altre 75 donne di 8 diverse comunità, è entrata a far parte del progetto Asheerah di Oxfam che ha come obiettivo la valorizzazione dell’artigianato tradizionale beduino al fine di creare altre fonti di reddito per le donne, troppo spesso emarginate. In Italia i prodotti delle donne di Asheerah si trovano nel circuito del commercio equo e solidale, e a febbraio sono stati portati ad una fiera di Francoforte.