DONA ORA

Un racconto di natale

IN GIRO PER IL MONDO PER SCOPRIRE CHE SIAMO TUTTI INTERCONNESSI

STORY #2: Nur e una tragedia senza fine

IL DRAMMA DEI ROHINGYA

Nel 2017 migliaia di persone, in fuga da violenze indicibili, sono arrivate in Bangladesh dal Myanmar. Sono i Rohingya, una delle minoranze più perseguitate al mondo.
Senza diritto di cittadinanza, senza diritto di possedere terreni e senza la libertà di potersi muovere liberamente all’interno del loro paese, la situazione di questo popolo è drammaticamente precipitata a causa degli scontri con le forze armate. La violenza dei militari ha provocato 280 villaggi bruciati e migliaia di morti, fra cui molti bambini.

Per sfuggire a queste terribili violenze, centinaia di migliaia Rohingya sono fuggiti in Bangladesh, ammassandosi in campi profughi dove acqua pulita e cibo scarseggiano drammaticamente.

E l’arrivo del Covid-19 ha ulteriormente peggiorato una situazione già disperata.

La storia di Nur

Nur, insieme al suo bambino, vive nel campo profughi Rohingya di Cox’s Bazar, in Bangladesh, da quasi tre anni.

Nel campo, dove vivono 885.000 persone, il contesto è drammatico: il sovraffolamento ha raggiunto livelli critici e la situazione sta rapidamente peggiorando a causa dei continui nuovi arrivi di profughi. Malnutrizione e malattie come dissenteria e tifo decimano bambini, donne e uomini.

E ora si stanno registrando tanti contagi da Covid-19. Nur racconta:

So del Coronavirus. Indosso la mascherina. Ci hanno detto che dobbiamo lavarci spesso le mani con il sapone, poi dobbiamo asciugarle. Dobbiamo farlo per prevenire il diffondersi della malattia. Qui però è molto difficile rispettare le distanze, siamo tantissimi e non so cosa succederà.

All’interno del campo dove vive il distanziamento è praticamente impossibile da rispettare. Per contrastare la diffusione del Covid-19 e delle altre malattie è fondamentale lavorare alle attività di prevenzione e migliorare le condizioni igienico-sanitarie.

In questo contesto di vulnerabilità amplificata, la distribuzione di acqua e kit igienici è di fondamentale importanza e può salvare migliaia di vite.

Questo è quello che ci ha raccontato Nur. Un contesto, quello dei campi rifugiati, dove malnutrizione e malattie come colera, dissenteria e tifo sono già una minaccia concreta per le persone che vivono qui, nella quasi assenza di servizio sanitario di base.

LA SITUAZIONE È DRAMMATICA

40.000 PERSONE

per kilometro quadrato

CONDIZIONI IGIENICO-SANITARIE CRITICHE

in migliaia senza acqua pulita o strutture sanitarie

OLTRE il 40%

soffre di malnutrizione cronica

PERCHÈ IL TUO AIUTO È IMPORTANTE

Garantire servizi igienico sanitari è cruciale nella lotta al Covid-19. Portando acqua pulita e sicura tu puoi fare la differenza tra la vita e la morte.

In situazioni così complesse e dure nelle quali emerge tutta la fragilità delle persone, tu puoi donare speranza a famiglie come quella di Nur.

COME PUOI CAMBIARE LE COSE CON LA TUA DONAZIONE

15€

OXFAM BUCKET

Garantirai a 3 famiglie acqua pulita tramite l’OXFAM BUCKET, un recipiente in grado di trasportare e conservare l’acqua a riparo da germi e batteri..

25€

ACQUA PULITA

Garantirai a una comunità di circa 125 persone acqua pulita, grazie a bustine purificanti che rendono potabile l’acqua sporca o contaminata.

55€

KIT DI EMERGENZA

Garantirai a una famiglia un kit di emergenza completo di tanica filtrante, in grado di potabilizzare l’acqua, un secchio per conservarla e oggetti per l’igiene personale, per tenere lontane le malattie.

Agevolazioni fiscali

Sia le persone fisiche che le aziende possono godere di agevolazioni fiscali per le donazioni effettuate in favore di Oxfam. Conserva la ricevuta del bollettino postale, la contabile bancaria per i versamenti effettuati con bonifico, copia dell’assegno o l’estratto conto per i versamenti effettuati con carta di credito. Ogni anno, a marzo, ti invieremo un riepilogo delle tue donazioni relative all’anno precedente. Per maggiori informazioni contattaci al numero verde 800.99.13.99 oppure scrivici a sostenitori@oxfam.it

Agevolazioni fiscali per le donazioni