La campagna di preacquisto 2019 Funky Tomato

19 Agosto 2019

Sperimentare un nuovo modello di agricoltura

Insieme per una filiera trasparente e partecipataQuest’anno Oxfam Italia Intercultura è entrata a far parte del Contratto di Rete Funky Tomato: una nuova alleanza tra profit e non profit che ha il fine di rendere trasparente, partecipata e libera dallo sfruttamento dei lavoratori della filiera italiana del pomodoro.

Insieme vogliamo dare:

  • ai braccianti un’alternativa lavorativa al caporalato e un’alternativa abitativa ai ghetti;
  • alle imprese agricole un’alternativa ai meccanismi speculativi di mercato che le vedono schiacciate da commercianti, industrie conserviere, catene della distribuzione, attori finanziari;
  • alle cooperative sociali un sostegno all’inserimento lavorativo dei propri soci lavoratori svantaggiati sviluppando progetti integrati di agricoltura con positivo impatto sociale;
  • ai consumatori un’alternativa al consumo di cibo senza qualità e del quale non conoscono la storia e le condizioni di produzione.

La campagna di preacquisto 2019

Insieme a Funky Tomato abbiamo lanciato la campagna di preacquisto 2019, volta a cofinanziare la filiera e in primo luogo a sostenere gli investimenti degli agricoltori. La campagna di pre-acquisto 2019 si concluderà il 15 settembre.

Le consegne dei prodotti preacquistati si effettueranno fino ad esaurimento ordini: in questo modo chi avrà preacquistato prima riceverà prima il prodotto.

Il costo del trasporto è incluso nel prezzo di ordine, suddiviso in quattro fasce di prezzo a seconda del peso raggiunto, con un minimo di ordine di 4 colli.

E mai come quest’anno il ruolo del preacquisto risulta cruciale, considerate le difficoltà climatiche nelle quali stanno lavorando gli agricoltori, i quali devono affrontare fatiche, rischi e costi crescenti.

Per effettuare il preacquisto è sufficiente visitare la pagina dedicata e procedere con gli ordini.

Per info: info@funkytomato.it

Funky Tomato

Funky Tomato nasce da un percorso di strutturazione a rete di una filiera etica e partecipata comprensiva di tutti gli attori necessari a garantirne la sostenibilità nel mercato: agricoltori, braccianti, trasformatori, distributori, comunicatori, creativi, ricercatori e consumatori.

Nel 2019 Funky Tomato articola la produzione in tre differenti zone: Rignano (Foggia), Pollino (Matera) e Scampia (Napoli). Territori agricoli tra i più soggetti a pratiche di sfruttamento in agricoltura e a rischio esclusione sociale ed economica.

Tre territori caratterizzati da tre diverse agricolture: una definibile come “industriale” nel foggiano con OP Mediterraneo, una “rurale” nel Pollino con AgroBio, e un’agricoltura “sociale” a Scampia, dove Cooperativa (R)esistenza Anticamorra gestisce il Fondo Rustico Amato Lamberti confiscato alla camorra, sviluppando percorsi di inserimento lavorativo per migranti richiedenti asilo ed ex detenuti.

Infine, la partecipazione al contratto di rete dell’azienda La Fiammante e del suo stabilimento conserviero a Buccino (Salerno) certificato Social FootPrint, coniugando approccio etico, tracciabilità e grande capacità produttiva, ha permesso di abbattere i costi di produzione tenendo alta la qualità delle conserve, in modo da raggiungere un prezzo di uscita accessibile a tutti.

Etica, equità, partecipazione. Valori che contraddistinguono tutti gli anelli della filiera, e da quest’anno anche la distribuzione.

“La partecipazione è l’atto fondante del cambiamento che vogliamo!”