Di Basta al land grabbing

Dì BASTA AL LAND GRABBING!

Stunt contro il land grabbing a Roma

Le compravendite di terra su larga scala stanno distruggendo intere comunità, lasciando le persone senza cibo e senza casa. Si tratta di grandi affari a un grande costo. Ma la Banca Mondiale ha il potere di cambiare le cose: con il tuo aiuto, può proteggere i diritti delle persone più povere al mondo.

  • Fattori come l’aumento dei prezzi e la domanda di nuove forme d’energia hanno causato una corsa sfrenata alla terra.
  • Ogni secondo queste compravendite riguardano un’area di terra grande quanto un campo da calcio.
  • Le famiglie povere perdono la terra da cui dipendono per coltivare cibo, molto spesso cacciate senza un trattamento equo né un compenso.

La Banca Mondiale finanzia molte compravendite di terra e ha un grande potere nell’influenzare il modo in cui la terra è comprata e venduta in tutto il mondo. Non ha accettato di sospendere temporaneamente i suoi investimenti sulla terra, ma ora ha riconosciuto di poter svolgere un ruolo fondamentale nella lotta al land grabbing e si è impegnata a migliorare i suoi standard. Adesso, proprio prima dei suoi meeting primaverili, chiedi alla Banca Mondiale di mantenere la parola data, e di fare anche di più. Falle sapere che tutto il mondo la sta osservando.

Firma la petizione rivolta al Presidente della Banca Mondiale Jim Young Kim.

Le grandi compravendite di terra stanno costringendo moltissime persone povere a lasciare le loro case, il loro lavoro e il loro cibo. Questa ingiustizia deve finire subito, prima che altre vite vengano rovinate. Chiedo alla Banca Mondiale di mantenere la parola data e di fare di più per combattere il land grabbing.