L’età della disuguaglianza

Il sondaggio Demopolis “I giovani italiani e le disuguaglianze”

L’80% dei giovani italiani pensa che nel nostro Paese sia accentuata la disuguaglianza intergenerazionale.

8 giovani su 10 avvertono con forza la disuguaglianza intergenerazionale

Il sondaggio, elaborato all’interno del progetto finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo People Have the Power: attivarsi contro la disuguaglianza, dà conto della percezione delle disuguaglianze tra i giovani italiani e fotografa un paese in cui per il 66% degli intervistati, chi studia o inizia a lavorare occuperà una posizione sociale ed economica peggiore della precedente generazione.

Sono 3 milioni in Italia i giovani tra i 18 e i 34 anni che non studiano e hanno assunto un atteggiamento rinunciatario rispetto alle prospettive di lavoro ed apprendimento.

Percezione su precarietà, incertezza, prospettive

Le dinamiche ostili dell’attuale mercato occupazionale sono aggravate da un marcato disorientamento dei giovani.

4 su 10 ritengono di non possedere oggi le informazioni sul mercato del lavoro necessarie per le scelte professionali o lavorative da assumere.

Per il 58% dei giovani la scuola pubblica garantisce solo in parte e con livelli di qualità differenti l’uguaglianza di opportunità. Per 3 intervistati su 10 non vi riesce affatto.

Disuguaglianza in aumento negli ultimi 5 anni

Il 72% dei giovani italiani ritiene che, negli ultimi 5 anni, le disuguaglianze nel nostro Paese siano aumentate.

I giovani chiedono maggiore attenzione a lotta a evasione fiscale e contrasto a corruzioneOltre il 70% dei giovani italiani chiede maggiore attenzione nella lotta all’evasione fiscale e nel contrasto alla corruzione.

La maggioranza assoluta auspica inoltre politiche attive del lavoro e di orientamento più efficienti in seno al mondo scolastico, ma anche il salario minimo orario e maggiori tutele contrattuali.

Oggi, infine, due terzi dei giovani intervistati mostrano consapevolezza della dimensione globale della disuguaglianza. Un fenomeno la cui crescita riguarda tanto le economie avanzate quanto i contesti più vulnerabili dei Paesi in via di sviluppo.

Vuoi ulteriori informazioni sul nostro lavoro in Italia? Vuoi ricevere i risultati completi del sondaggio?

Ho letto la Privacy Policy e acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679.

People Have the Power: attivarsi contro la disuguaglianza

Il progetto prevede nell’anno scolastico appena avviato la realizzazione di un percorso formativo nelle scuole e in contesti extrascolastici sui temi della lotta alla disuguaglianza in Italia e nel mondo, a cui si affiancherà anche la realizzazione di laboratori di cittadinanza e forum giovanili in ciascuno dei 12 territori di intervento (Aosta, Torino, Milano, Varese, Genova, Firenze, Arezzo, Foligno, Terni, Roma, Cagliari, Palermo).

La povertà in Italia

Oxfam lavora a supporto delle persone più vulnerabili del nostro territorio, fra le quali anche i giovani, per rispondere alle loro necessità, purtroppo crescenti, e contribuire sempre di più alla prevenzione e alla diminuzione di fenomeni di povertà, esclusione e dispersione scolastica.

Sostieni il nostro progetto “Vinciamo la povertà in Italia”: dona oggi stesso per offrire un aiuto concreto a chi vive situazioni di vulnerabilità e disagio in Italia.

I Forum Giovanili Scolastici

Cos’è Future Youth School Forums – I Forum Giovanili Scolastici?

Forum Giovanili ScolasticiI Forum Giovanili nascono dall’esigenza di aumentare il livello di partecipazione scolastica degli studenti rafforzare le reti territoriali tra scuole. Nascono dall’esperienza di un progetto finanziato da Erasmus+, giunto al suo ultimo anno, che ha dato vita ad un portale molto semplice da utilizzare. Attraverso il portale, docenti e studenti intraprenderanno un percorso che li condurrà passo dopo passo attraverso:

  • Approfondimenti tematici (migrazione o parità di genere)
  • Sviluppo delle competenze di leadership, autostima, progettazione e organizzazione eventi
  • Organizzazione di un Forum Giovanile Interscolastico.

Eventi

II° Forum Giovanile fra Istituti Scolastici di Roma – 7 febbraio 2018

Non siamo altro che una goccia, ma senza quella goccia non esisterebbe l’oceano”. Queste sono le parole con le quali l’Avv. Iside Castagnola si è rivolta ai 60 ragazzi e ragazze che hanno partecipato al Forum Giovanile il 7 febbraio 2018 presso l’IIS Leonardo da Vinci di Roma. Delegazioni di Giovani Ambasciatori Oxfam provenienti dalle scuole IIS Leonardo da Vinci, ITT Colombo, Liceo Montessori di Roma e Liceo Blaise Pascal di Pomezia sono state al centro di una giornata in cui si è discusso di parità di genere e di come l’attivismo giovanile e la cittadinanza attiva possono essere chiave nel raggiungimento dell’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 5 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. […] continua a leggere

Perché un Forum?

Il Forum è un modello innovativo, pratico e stimolante per dare nuovi significati e stimoli alle assemblee d’istituto, alle forme di rappresentanza scolastica, ai rapporti interni fra le varie anime che compongono gli Istituti Scolastici, ma anche ricercare sinergie fra scuole, a livello locale, nazionale e internazionale.

Come puoi organizzare un Forum?

Nel portale, all’interno della sezione “Organizzatori” del Kit Formativo, la linea del tempo vi condurrà passo dopo passo alla realizzazione del Forum e all’approfondimento tematico.

Nello specifico, la scuola organizzatrice di un Forum dovrà:

  • Identificare 2 docenti disponibili a lavorare al progetto in orario extra-curriculare;
  • Selezionare un gruppo di 10-15 studenti oppure lavorare con gruppi già esistenti (es: rappresentanze scolastiche). Questo gruppo sarà quello responsabile di approfondire i contenuti, ideare l’azione di sensibilizzazione e organizzare il Forum;
  • Selezionare 3-4 scuole che vogliano partecipare al Forum presso il proprio Istituto e individuare il docente di ogni scuola che sarà responsabile di seguire il progetto nel proprio Istituto. Le scuole partecipanti, a loro volta, seguiranno il percorso sul portale per “Partecipanti” e si prepareranno a dare il loro contributo durante il Forum (condividere le proposte di azione di sensibilizzazione con gli altri gruppi);
  • Supportare la partecipazione degli studenti del proprio Istituto agli incontri preparatori al Forum. Gli incontri, strutturati con l’approccio impara-pensa-agisci presentano, attraverso attività partecipative, approfondimenti tematici con una prospettiva globale-locale, momenti di riflessione e pianificazione di un’azione di sensibilizzazione;
  • Supportare gli studenti ad organizzare il Forum. Il Forum è il momento in cui i gruppi di tutte le scuole coinvolte (organizzatrice e partecipanti) si recano presso la Scuola Organizzatrice per condividere le loro azioni attraverso sessioni di dialogo strutturato e democratico.
  • Supportare gli studenti nell’organizzazione dell’azione di sensibilizzazione post Forum. Una volta presentata l’azione di sensibilizzazione durante il Forum, tutte le scuole avranno il compito di metterla in atto nel proprio Istituto o contesto locale.

Se sei un docente puoi:

  • Supportare il gruppo di studenti in orario extrascolastico, conducendo i vari incontri in base alle risorse formative del Pacchetto di Formazione;
  • Svolgere nelle tue classi alcune delle mini-attività contenute nel Manuale “Attività per tutta la classe” sul tema della migrazione e della parità di genere;
  • Scoprire nuovi metodi partecipativi per le tue lezioni;
  • Acquisire nuove conoscenze sui temi della migrazione e della parità di genere;
  • Sperimentare cittadinanza attiva e globale, protagonismo giovanile e attivismo!
  • Entrare a far parte di una rete europea di insegnanti.
  • Avere riconosciute le ore di lavoro al progetto come Formazione Docenti (proposta formativa portale del MIUR http://sofia.istruzione.it/ numero 5468: Educazione alla Cittadinanza Globale e partecipazione giovanile)

Se sei uno studente puoi:

  • Vivere in maniera più attiva e stimolante la tua partecipazione a scuola;
  • Costruire conoscenze su temi attuali, con una prospettiva locale e globale;
  • Esplorare quello che sai fare, metterlo a frutto;
  • Organizzare azioni di sensibilizzazione a scuola e per tutta la scuola;
  • Acquisire tante altre competenze che ti saranno utili per il futuro;
  • Organizzare Forum Giovanili tra scuole;
  • Diventare ufficialmente un Giovane Ambasciatore Oxfam;
  • Metterti in rete con giovani europei
  • Avere le ore dedicate al progetto riconosciute come Alternanza Scuola/Lavoro previo accordo con l’Istituto Scolastico

Se sei un Dirigente Scolastico puoi:

  • Rafforzare la rete tra il tuo Istituto e le altre scuole;
  • Motivare e stimolare i docenti;
  • Rendere gli studenti protagonisti di momenti specifici dell’anno scolastico;
  • Nutrire il PTOF e il RAV d’Istituto di nuovi obiettivi concreti

Se sei un decisore politico puoi:

  • Collaborare per supportare i Forum;
  • Offrire spazi di dialogo agli studenti;
  • Coinvolgere i giovani studenti per strutturare insieme politiche giovanili e educative a livello locale.

Le risorse disponibili sul sito di FYSForums sono state sviluppate con la preziosa collaborazione delle “Hub School” in ogni Paese partner, tra cui Regno Unito, Italia, Cipro, Lituania e Polonia e successivamente testate con gruppi locali di scuole.

 

Tutte le risorse sono scaricabili gratuitamente.

Unitevi al nostro gruppo Facebook per docenti e insegnanti

Ci trovate sul portale SOFIA – Educazione alla Cittadinanza Globale e partecipazione giovanile (Iniziativa formativa ID.5468).

Schools for Future Youth – Seminario di approfondimento

Schools for Future Youth – Seminario di approfondimento

Partecipa all’evento, iscriviti entro il 19 Giugno 2017

Attraverso la metodologia del “quadrilogue dialogue”, che prevede l’organizzazione di gruppi di discussione misti composti da istituzioni internazionali, nazionali, locali e organizzazioni della società civile, cercheremo di rispondere quindi alla domanda:

“Come possono collaborare le Istituzioni e le organizzazioni della società civile efficacemente per un’istruzione di qualità per tutti?”

Le organizzazioni della società civile e il mondo accademico offrono infatti moltissimi esempi di successo su come aggiornare i programmi curriculari e promuovere metodi di apprendimento in linea con i bisogni cognitivi delle nuove generazioni. Un esempio concreto ne è il nostro progetto School for Future Youth che propone un’ampia gamma di risorse didattiche interdisciplinari sui temi dei cambiamenti climatici, dell’istruzione, dell’accesso al cibo, delle ineguaglianze, dei richiedenti asilo, della salute e degli aiuti umanitari attraverso la metodologia Impara-Pensa-Agisci, che vede nell’azione di cittadinanza attiva dei giovani lo sviluppo di abilità pratiche di progettazione e gestione di eventi come il modo efficace con cui coinvolgere i giovani nelle questioni di Cittadinanza Globale.

Leggi il documento con il programma finale.

Il seminario si terrà presso Spazio Europa in Via IV Novembre 149, Roma (al piano terra).

School for future Youth

Il seminario, che si inserisce nella fase conclusiva e di disseminazione del progetto SCHOOLS FOR FUTURE YOUTH, iniziato nel 2014 e finanziato all’interno del Programma Erasmus Plus – Azione Strategic Partnership, mira a riprendere il dibattito avviato lo scorso ottobre presso l’ILO di Torino “L’Educazione nell’Agenda 2030: sfide e opportunità. L’obiettivo è quello di stabilire un dialogo concreto con le Istituzioni nazionali e internazionali rispetto alle priorità di finanziamento dell’Istruzione di qualità per tutti a livello nazionale e internazionale al fine di gettare le basi per una strategia comune e integrata di implementazione.

Contatti

Federica Cicala – federica.cicala@oxfam.it
Claudia Maffei – claudia.maffei@oxfam.it

School for Future YouthQuesto progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea.

(SFYouth -Schools for Future Youth)[2014-1-UK01-KA200-001841]
Questo progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. Questa pubblicazione rispecchia il punto di vista dell’autore e, pertanto, la Commissione non è responsabile di qualsiasi utilizzo che può essere fatto di informazioni qui contenute.

Itinerari in Costruzione. Casebook: strumenti e percorsi per l’orientamento con i migranti

Itinerari in Costruzione.

Casebook: strumenti e percorsi per l’orientamento con i migranti
Firenze – 13 giugno 2017 – 9:30-16:30

Continua l’impegno di Oxfam Italia per l’inclusione dei migranti partendo, questa volta, dal mondo del lavoro e attraverso CASEBOOK. Il progetto, iniziato a settembre 2014, e finanziato dal Programma Europeo Erasmus+ (Azione Chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche), dopo la fase di sviluppo e test di tutti i suoi prodotti sta giungendo adesso alla sua conclusione.

A conclusione del progetto, Oxfam Italia e Pratika offriranno un momento di confronto attivo, partecipato e pragmatico tra i vari attori chiave dell’integrazione sociale e professionale dei migranti, durante l’evento finale del progetto che si svolgerà il 13 giugno 2017, dalle 9:30 alle 16:30 a Firenze.

In particolare grazie all’evento vogliamo:

– Condividere riflessioni tra pratictioners sugli elementi strategici dell’azione dei vari attori in materia di inclusione e integrazione professionale al fine di rafforzare l’operato e l’incidenza all’interno dei diversi enti, associazioni e organizzazioni;

Condividere e valorizzare buone pratiche partendo dal Manuale CASEBOOK e dall’esperienza di ogni attore;

– Elaborare raccomandazioni per rafforzare le politiche di orientamento rivolte in particolar modo alla popolazione migrante.

Le riflessioni e le proposte che usciranno dai gruppi di lavoro verranno rielaborate e saranno raccolte in una pubblicazione post evento.

Per maggiori informazioni leggere il volantino con il programma dell’evento finale.

Per partecipare all’evento è necessario iscriversi al seguente link: https://www.eventbrite.it/e/itinerari-in-costruzione-casebook-strumenti-e-percorsi-per-lorientamento-con-i-migranti-tickets-32430438314.

Si invitano tutti gli interessati a partecipare a utilizzare la piattaforma e-learning http://migrationacademy.eu/moodle/casebook/ come prerequisito essenziale per una partecipazione attiva all’evento e a portare con sé materiale divulgativo della propria organizzazione e un pc portatile o un tablet.

Per ulteriori informazioni, potete contattare:

Alessia Martini – alessia.martini@oxfam.it
Claudia Maffei – claudia.maffei@oxfam.it

Vi aspettiamo numerosi!


Unione Europea

Num. Progetto: 2014-1-AT01-KA204-000973

Questo progetto è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. Questa pubblicazione rispecchia il punto di vista dell’autore e, pertanto, la Commissione non è responsabile di qualsiasi utilizzo che può essere fatto di informazioni qui contenute.

FUTURE SCHOOL YOUTH FORUM!

FORUM PER LA SCUOLA DEL FUTURO!

Organizza o partecipa ad un Forum scolastico sulle nuove sfide globali attraverso il nuovo modello di Oxfam Italia!

È un nuovo progetto europeo coordinato da Oxfam per promuovere la partecipazione attiva degli studenti secondo i principi dell’Educazione alla Cittadinanza Globale e supportare i ragazzi nella comprensione di temi di attualità e delle nuove sfide globali.

I Forum scolastici di Oxfam sono assemblee di istituto tematiche organizzate direttamente dagli studenti per gli studenti da diverse scuole in Italia e in Europa!
In un forum giovanile, gli studenti sono chiamati ad esercitare un ruolo propositivo sui temi da loro scelti, possono fare proposte concrete, stimolare un dialogo più ampio o se lo riterranno necessario, aggregarsi per sollecitare la realizzazione delle proprie proposte durante l’anno scolastico.

Il Forum vuole essere un luogo d’incontro e di scambio fra i giovani e tra questi e il mondo degli adulti con particolare riferimento al mondo politico, sociale e istituzionale.

Oxfam propone un percorso guidato per l’organizzazione di un Forum scolastico e risorse dedicate per esplorare in modo consapevole i principali temi di attualità. Per l’anno scolastico 2016/2017, Oxfam ha sviluppato una serie di risorse originali dedicate ad insegnanti e studenti per esplorare il tema delle migrazioni in Europa.

L’innovatività del modello risiede nel carattere cross-curriculare, nell’utilizzo di una metodologia trasferibile e nella sua integrazione nell’istruzione formale nonostante la natura informale, elemento che permette di sviluppare competenze trasversali, quali lavorare in gruppo, parlare in pubblico, pensiero critico e progettazione, che stimolano alla cittadinanza attiva, al volontariato alla rappresentanza scolastica costruttiva nei processi decisionali dentro e fuori la scuola.

Per saperne di più sul progetto e iscrivere la tua scuola visita il nostro sito: www.fysforum.eu o scrivici all’indirizzo email eac@oxfam.it