Oxfam e Unilever We-Care: il valore del lavoro delle donne nelle ore dedicate alle cure familiari

In alcuni paesi, le donne trascorrono dalle sei alle otto ore al giorno per cure non retribuite e lavori domestici come il bucato, la cucina, la pulizia e la raccolta di acqua, nonché la cura di familiari giovani, anziani o disabili. Questo lavoro è prezioso ma spesso arduo, sottovalutato e raramente supportato. Affrontare le sfide dell’assistenza non retribuita è un pilastro fondamentale del nostro lavoro. Con il recente Briefing aziendale sull’assistenza non retribuita e sul lavoro domestico, Oxfam e Unilever stanno spingendo le aziende a responsabilizzare le donne prendendo provvedimenti per il tema delle ore di lavoro in cure verso la famiglia e trasformando il modo in cui dipendenti, fornitori e consumatori pensano al ruolo delle donne nella società.

Come parte di questa collaborazione, con il marchio di Unilever Surf, Oxfam sta lavorando per consentire a 73.000 donne e ragazze in Zimbabwe e nelle Filippine di ridurre il tempo che dedicano alle cure non pagate e influenzare l’opinione pubblica affinché cambi le norme sociali in modo che l’assistenza sia condivisa. Con il supporto di Surf, abbiamo già aiutato quasi 54.000 donne e ragazze ad ottenere un migliore accesso all’acqua e nuove o migliorate strutture di lavanderia in comune e domestiche, creando loro più tempo per seguire un’istruzione, guadagnare un reddito e svolgere altre attività.

Abbiamo anche sfidato gli stereotipi di genere relativi all’assistenza non retribuita addestrando quasi 3.600 persone a promuovere il cambiamento nelle loro comunità e raggiungendo oltre 34 milioni di persone attraverso campagne sui social media, TV e radio. Inoltre, abbiamo appoggiato politiche progressiste, incoraggiando i decision leaders a investire in servizi e a collegare più comunità all’elettricità pulita e all’acqua potabile. Il team We-Care di Oxfam è attivo anche a livello internazionale, influenzando i dibattiti sull’emancipazione femminile nei principali eventi globali guidati dalle Nazioni Unite e dal Forum economico mondiale.