A Natale, sostieni i nostri progetti con la tua azienda

PROGETTO CANDIDATO – BUZZI UNICEM

Corporate > Corporate best practice >PROGETTO CANDIDATO – BUZZI UNICEM

PROGETTO CANDIDATO – BUZZI UNICEM

Buzzi Unicem, anche in collaborazione con CESVI e con CEFAL, ha dato vita a percorsi integrati per l’inserimento socio-lavorativo a favore di giovani migranti non accompagnati, finalizzati all’inclusione sociale. I programmi prevedono misure che facilitino l’accesso alla formazione e al lavoro regolare e qualificato dei beneficiari, offrendo opportunità di stage remunerati di 6-12 mesi presso aziende di territori coinvolti nella prima e seconda accoglienza di migranti.  Il percorso formativo, articolato e professionalizzante, offre ai ragazzi la possibilità di mettersi in gioco, con l’obiettivo sia di di stabilizzarne la presenza nell’organico aziendale, rendendoli collaboratori pienamente operativi e progressivamente autonomi nello svolgimento delle loro mansioni.

Il progetto, ideato e avviato presso lo stabilimento Buzzi Unicem di Augusta, poi esteso ad altri stabilimenti in Italia, è proseguito nonostante l’impatto della pandemia. Il primo anno sono stati individuati 12 giovani migranti di età compresa tra i 17 e i 24 anni. Due di loro sono stati collocati per un anno nel reparto elettrico dello Stabilimento Buzzi Unicem di Augusta, mentre altri sono stati accolti presso realtà industriali e artigianali nelle province di Catania e Siracusa, con il sostegno economico da parte di Buzzi Unicem. I ragazzi sono stati sostenuti anche nella soluzione di problemi pratici, nella ricerca di una abitazione, nel reperimento di farmaci, in pratiche amministrative e altri elementi di vita quotidiana. Inoltre, quale segno di accoglienza e rispetto del loro credo religioso, in una zona dell’officina è stato loro riservato uno spazio per la preghiera. Successivamente i ragazzi hanno cominciato a frequentare scuole serali, mettendo a frutto quanto appreso al lavoro anche al di fuori del contesto professionale. A oggi, l’esperienza in fabbrica e le amicizie instaurate hanno consentito ai ragazzi di essere bene inseriti nel territorio. L’anno successivo il progetto è stato ripetuto, contribuendo a sostenere la formazione di nuovi ragazzi e di coloro che non avevano trovato successiva collocazione alla conclusione dello stage, inserendo inoltre altri due ragazzi nell’attività di manutenzione meccanica dello stabilimento. Attualmente sono in formazione due ulteriori beneficiari presso un altro stabilimento del gruppo in altre aree di attività. Grazie a questi progetti è stato possibile rafforzare l’occupabilità dei migranti a livello locale (molti di loro hanno ottenuto successivi impieghi), creando le condizioni per una adeguata interazione con l’azienda ospitante e favorendo l’ingresso di giovani stranieri nella comunità e aiutandoli ad avviare esperienze di vita autonoma. L’obiettivo di Buzzi Unicem è di continuare a stimolare forme di contaminazione positiva verso le aziende dei territori dove opera, affinché possano essere un volano di corretta integrazione sociale a beneficio di un intero territorio. Il processo di integrazione sta procedendo positivamente grazie all’impegno sul fronte dell’inclusione non solo dell’azienda, ma anche di tutti i colleghi. La storia di Komara ne è un esempio.

 

Resta aggiornato sulle prossime iniziative, news e opportunità dedicate alle Aziende