2013, Anno Mondiale della Quinua

5 Luglio 2013
Ecuador, produttori di quinoa.

Ecuador, produttori di quinoa.

Dall’8 al 12 Luglio a Ibarra, Ecuador si svolge il 4 congresso Mondiale della Quinua, che ospiterà anche il Primo Simposio Internazionale sui Cereali Andini.

La quinua è una delle piante dalle maggiori potenzialità, soprattutto per le comunità rurali e i produttori di piccola scala delle Ande: il seme della quinua ha valori nutrizionali elevatissimi (per esempio ha un alto contenuto in proteine dall’altissimo valore biologico), ha un ciclo di produzione breve (pertanto è una delle piante che meglio si adatta ai cambiamenti nel regime delle piogge), la sua domanda sui mercati nazionali ed internazionali è in grande crescita.
Oxfam Italia è uno degli organizzatori del Congresso Mondiale della Quinua. L’importanza di questo evento è dimostrata dalla partecipazione al congresso dei Presidenti della Bolivia, Evo Morales, del’Ecuador, Rafael Correa, e della Primera Dama del Perù, Nadine Heredia.
Oltre ad interventi di ricercatori, è prevista una sessione e degli spazi per la partecipazione del pubblico, che potrà assaggiare e conoscere le ricchezze di questo tesoro Andino.
Oxfam Italia da qualche anno lavora sul riscatto e la valorizzazione dei cereali andini (oltre alla Quinua, anche l’Amaranto e il Lupino Andino): grazie al nostro lavoro in Ecuador, varietà di Quinua e di Amaranto che erano da anni scomparse dalla tavola e dai campi coltivati, fanno nuovamente parte della dieta e dell’ordinamento produttivo delle comunità Kichwa con le quali lavoriamo. Associazioni di donne produttrici nostre partner (come l’associazione Mama Murucuna e Runa Yuyay) stanno beneficiando della reintroduzione di questi prodotti sul mercato locale, grazie alla produzione, stoccaggio e trasformazione in farine, di Quinoa e Amaranto, soprattutto per il mercato locale.
Il percorso di recupero e valorizzazione ha richiesto uno sforzo a tutto tondo: dal lavoro di recupero del germoplasma (conservato presso l’Istituto Nazionale per la Ricerca Agricola INIAP), al miglioramento e meccanizzazione delle tecniche di produzione e trasformazione, al recupero e diffusione di sementi tradizionali attraverso eventi di scambio di semi tra produttori, alla ricerca e promozione di ricette tradizionali, attraverso concorsi di cucina e degustazioni, con il coinvolgimento anche dei ristoranti turistici locali.
A Cotacachi, anche grazie al nostro lavoro assieme a realtà e istituzioni locali si sta portando avanti una politica pubblica per la valorizzazione e la promozione dell’identità culturale e della sovranità alimentare, con la collaborazione di Oxfam Francia e il finanziamento della Fondation Ensemble .

Salutiamo e facciamo gli auguri e i complimenti al nostro collega Fabio Scotto, coordinatore del programma di riscatto dei cereali andini, che ha partecipato alla organizzazione dell’evento e porterà la sua esperienza e la visione di Oxfam quale contributo per la riuscita di questo importante evento!