Balkan Florence Express

Balkan Florence Express

Cinema del reale, apertura alle cinematografie straniere, focus sulle diversità di genere, attenzione ai nuovi linguaggi, sono i tratti comuni dei festival che compongono la rassegna più grande d’Italia

Odeon Firenze, 25 Ottobre – 14 Dicembre 2012
La rassegna cinematografica più grande in Italia? E’ la “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze”, che andrà in scena quest’anno dal 25 Ottobre al 14 Dicembre, a Odeon Firenze. Una meta-rassegna il cui cartellone è composto da 9 festival internazionali che hanno sede a Firenze, oltre a rassegne, anteprime, eventi, incontri con gli autori.
L’idea è nata nel 2007 per dare slancio, in termini di visibilità e promozione, ai grandi festival fiorentini che, riunitisi in un unico cartellone, hanno dato vita ad una vera e propria stagione autunnale di cinema internazionale di qualità.
Dallo stare insieme per trovare le giuste sinergie, si è arrivati oggi, alla sesta edizione, ad una manifestazione dalle caratteristiche inedite, innovativa nel panorama italiano e internazionale, ricca di contenuti e proposte, pur nel rispetto delle specificità di ogni singola manifestazione.

I comuni denominatori tra i festival sono naturalmente emersi nel corso delle varie edizioni della “50 Giorni”, fino a diventare elementi di continuità tra essi: la proposta di film in anteprima in Italia; la predominanza del cinema del reale, sul solco di quanto creato a Firenze, dal 1959, dal Festival dei Popoli; l’apertura di orizzonti verso paesi e culture del mondo; sguardo verso le altre cinematografie europee e mondiali;  l’attenzione verso l’affermazione delle diversità di genere; lo spostare l’asse dalle manifestazioni cinematografiche ad alto budget, orientate al glamour, verso  iniziative di spessore culturale, rivolte agli addetti ai lavori e a tutti gli appassionati di cinema, che in esse riconoscono un momento di formazione e arricchimento personale.
Ogni anno la “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze” accoglie nuovi appuntamenti, nuove tessere che compongono il puzzle di una rassegna cinematografica che dura un’intera stagione.Quest’anno la novità assoluta è il “ Balkan Florence Express ” (26 – 29 novembre), che offrirà uno spaccato significativo della cinematografia proveniente dalla penisola balcanica, vicina all’Italia, ma che ancora non ha molti scambi con il nostro paese, grazie a film provenienti dagli stati che la compongono: Croazia, Serbia, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Macedonia, Montenegro e Albania.
Confermati gli appuntamenti con il cinema sociale di “Cospe” (7 Novembre) e con il premio  “Raccorti sociali” (16 Dicembre), oltre alla giornata dedicata al cinema africano, “Kikaba Florence Festival” (20 Novembre).

Tutte le date della “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze”:
 Florence Queer Festival (25 – 31 Ottobre)
 France Odeon (1 – 4 Novembre)
 Il mito degli Indiani d’America da John Ford a Michael Mann. (5 e 6 Novembre)
 Terra di Tutti Film Festival – COSPE (7 Novembre)
 Premio TuTelArte. (9 Novembre)
 Festival dei Popoli. Festival internazionale del film documenatario (10 – 17 Novembre)
 Immagini e suoni del mondo. Festival del Film Etnomusicale (18 e 19 Novembre)
 Kikaba Florence Festival (20 Novembre)
 Lo Schermo dell’Arte Film Festival (21 – 25 Novembre)
 Balkan Florence Express (26 – 29 Novembre)
 Festival Internazionale di Cinema & Donne (30 Novembre – 5 Dicembre)
 La seconda vita delle immagini. Il senso del mash-up per il cinema. (6 Dicembre)
 River to River. Florence Indian Film Festival (7 – 13 Dicembre)
 Premio Nice Città di Firenze(14 Dicembre)
 La cooperazione al cuore del Mediterraneo. Premio del Programma Italia/Francia “Marittimo 2007-2013” (14 Dicembre)
 Premio Raccorti Sociali (16 Dicembre)

Balkan Florence Express. 26 – 29 Novembre
qualche anticipazione
I Balcani come non li avete mai visti. Il Balkan Florence Express, organizzato da Oxfam Italia in partnership con Festival dei Popoli, Fondazione Sistema Toscana e con il contributo dell’Unione Europea, programma Prince, avrà la sua prima edizione all’interno della sesta edizione dei “50 giorni”. Il BFE è la rassegna di cinema contemporaneo proveniente dai Balcani occidentali che porterà a Firenze 20 pellicole tra fiction e documentari che esplorano la società dei Balcani occidentali di oggi, un’area geografica che sta compiendo il suo lento ma inesorabile cammino verso l’Unione Europea. Immagini di ferite aperte e non ancora rimarginate, la contemporaneità inquieta, le città e i villaggi, la conflittualità generazionale, il disagio e le contraddizioni di un dopoguerra carico di fratture irrisolte, la gioventù che quel passato recente vuole superare se non dimenticare, l’irruzione di un “altro” modo di comunicare, che si riflette infine anche nei metodi di ripresa e nelle strutture narrative adottate dai diversi autori.
Dinamiche aperte e controverse per una rassegna davvero senza confini.

Il Balkan Florence Festival è il luogo dove sarà possibile conoscere meglio questi paesi, al di là degli stereotipi, delle frasi fatte e dei pregiudizi. Organizzato in collaborazione con i maggiori festival dell’area – il Crnogorska Kinoteka (Montenegro), Sarajevo Film Festival e Association Film Makers of Bosnia Erzegovina (Bosnia Erzegovina) PriFilmFestival (Kosovo), Cinedays (Macedonia), Restart e Croatian National Cinema Archive FreeZoneFestival e Dokukino (Serbia) – la rassegna ospiterà gli autori e i giovani talenti come  Nikola Lezaić, che con Tilva Roš ha portato al grande pubblico la storia di adolescenti inquieti di una cittadina di una Serbia in profonda crisi economica, o il dramma tra amore e carcere del regista albanese Bujar Alimani, con il suo film Amnistia, fino alle più scanzonate avventure fra opposti nazionalismi della rock band del macedone Punk is not (Croazia), Tirana Film Festival (Albania), dead e i documentari come Cinema Komunisto, di Mila Turajlić, che ripercorre la storia del cinema della ex Juguslavia, di Avala Film, casa di produzione cinematografica e della Filmski Grad, monumentale ‘Città del cinema’ costruita a Belgrado prendendo a modello gli studi romani di Cinecittà e quelli praghesi di Barrandov.


Al BFE anche eventi, seminari, matinées rivolte alle scuole toscane, un media pool di operatori italiani e balcanici, una mostra fotografica
organizzata in collaborazione con la Fondazione Studio Marangoni e la Thetys Gallery, un concorso fotografico ed un concerto dell’artista Kal all’Auditorium Flog. Info: www.balkanflorenceexpress.org