Attivati per porre fine al land grabbing

7 Febbraio 2013

 Media stunt sul land grabbing

Il Colosseo accaparrato e svenduto. Land Grab Global Day, 7 febbraio 2013

Oggi, 7 febbraio, gli attivisti Oxfam stanno accaparrando luoghi simbolo in tutto il mondo per far crescere la consapevolezza sulle conseguenze del land grabbing. Guarda e condividi l’immagine qui e chiedi alla Banca Mondiale di agire adesso.

Cosa puoi fare

Condividi le immagini su Facebook e, se sei su Twitter, scrivi @WorldBank per chiederle di sospendere le compravendite di terre. Firma la petizione rivolta al Presidente Jim Kim per chiedere che la Banca Mondiale congeli i propri investimenti nelle compravendite di terra.

Perché lo stiamo facendo

Il land grabbing è uno scandaloImmagina se casa tua, o un luogo a te caro, ti fosse sottratto e venisse venduto. Nessun avvertimento. Nessun compenso. E non c’è niente che tu possa fare. Saresti infuriato! Sarebbe un’ingiustizia. Eppure questa è la realtà per migliaia di famiglie in Africa e non solo .
Proprio ora, alcune aziende stanno acquistando vasti appezzamenti di terra in tutto il mondo. Il problema è che queste compravendite sono spesso veri e propri accaparramenti di terre, che costringono gli agricoltori ad abbandonare le proprie terre e le proprie case, lasciandoli senza la possibilità di coltivare e di guadagnarsi da vivere.

Che cosa vogliamo

Vogliamo che la Banca Mondiale ci aiuti a fermare il land grabbing. Dal momento che finanzia alcune di queste compravendite di terre di larga scala e può influenzare il modo in cui la terra è acquistata e venduta, la Banca ha un’incredibile opportunità di fare in modo che le compravendite di terra favoriscano gli agricoltori locali e loro comunità. Come primo passo, vogliamo che il Presidente della Banca Mondiale, Jim Kim, sospenda gli investimenti agricoli della Banca e stabilisca standard più elevati e giusti da rispettare. Chiedilo anche tu.

Siamo vicini a una svolta

Washington

Con il tuo aiuto, stiamo mettendo la Banca Mondiale sotto pressione già da ottobre e sappiamo di averne ottenuto l’attenzione . Abbiamo avuto un confronto sui social media e anche di persona. La Banca ha già fatto alcuni passi nella giusta direzione, ma deve ancora intraprendere un’azione decisiva. Ecco perché oggi chiediamo il tuo aiuto.

Lo sapevi che…?
In soli dieci anni, le compravendite di terre hanno coinvolto un’area grande quasi sette volte l’Italia. Nel complesso quella terra potrebbe produrre cibo sufficiente a sfamare più di un miliardo di persone ogni anno.
Vuoi ‘accaparrare’ un monumento nella tua città e far sentire la tua voce contro il land grabbing? Scrivi a campagne@oxfam.it per avere i materiali e maggiori dettagli.