Donne e cibo

10 Maggio 2013
Donne e cibo

Sono le donne che sfamano il mondo

Oxfam Italia lavora da molti anni a sostegno delle comunità rurali, principalmente con gruppi di donne dei paesi del Sud del mondo con l’obiettivo di ridurre la povertà attraverso percorsi che rendono il mercato accessibile delle produttrici rurali e alle loro colture, di modo da garantire l’aumento e la diversificazione del reddito e la sicurezza alimentare.

Alcune storie di successo


Prodotti tipici nel negozio Okusi Ercegovine presso il ponte di Mostar Credits: anna Pasquale/Oxfam Italia

Prodotti tipici

In Bosnia Erzegovina Oxfam Italia lavora dal 2003 sostenendo il processo di riconciliazione con particolare attenzione alle famiglie più deboli che vivono nelle zone rurali e peri-urbane. Tutti gli interventi sono volti alla promozione di uno sviluppo locale sostenibile attraverso la tutela e la valorizzazione delle risorse naturali agro-zootecniche, culturali e tradizionali del territorio. La riqualificazione delle antiche produzioni tradizionali (formaggi, miele, vino e tessuti artigianali), a partire dal punto di vista della qualità e del marketing, è una delle chiavi per lo sviluppo locale che garantisce la riduzione dell’emigrazione dei giovani e la riattivazione dell’economia locale. Questa attività rappresenta anche una delle nostre maggiori sfide lavorative: sostenere la produzione e lo sviluppo locale dando nuove possibilità e speranza a oltre 400 famiglie in Bosnia Erzegovina.


La disoccupazione, specialmente dopo lo tsunami del 2006, è una piaga sociale. Credits: Oxfam Italia

Sri Lanka

Nei distretti di Pollannaruwa e Vavunianela nord dello Sri Lanka Oxfam Italia sta promuovendo attività di formazione per 200 donne nell’ambito di un progetto più ampio. Queste attività sono finalizzate a riattivare le aree agricole devastate dal lungo conflitto civile. Le donne spesso rappresentano i gruppi più vulnerabili ed emarginati e devono affrontare moltissime difficoltà per ricostruire dignitosamente le loro vite. Il programma di Capacity Building portato avanti da Oxfam Italia coinvolge le donne nello sviluppo della diversificazione agricola, nella preparazione e nell’uso di pesticidi naturali, nella distribuzione di semi. Ciò consente di migliorare il loro ruolo all’interno delle comunità di appartenenza.


In Ecuador Oxfam Italia lavora per promuovere le colture tradizionali. Demostenes Uscamayta/Oxfam Italia

Ecuador

Cotacachi si trova nella zona andina dell’Ecuador, una regione marginalizzata, con alta densità indigena e con un elevato tasso di povertà. Qui i piccoli produttori, tradizionalmente esclusi dalle politiche statali di appoggio all’agricoltura, hanno difficoltà di accesso al mercato, che richiede capacità organizzative, formazione tecnica e prodotti di qualità. Oxfam Italia ha permesso che molte donne potessero essere protagoniste e socie di un’associazione di produttori biologici che oggi conta 250 persone. Queste donne hanno trovato una fonte preziosa di guadagno nella coltivazione della quinoa e dell’amaranto e hanno imparato a usarli nella loro dieta e in quella per i turisti.


Donna con chicchi caffè, Dominicana. Credits: OxfamItalia

La scelta dei chicchi

In Repubblica Dominicana, nelle province di Bahoruco, Elias Pina e Independencia, un’area montagnosa al confine con Haiti, si produce un ottimo caffè, ma viene venduto subito a prezzi bassissimi perché non ci sono magazzini per conservarlo. Oxfam Italia garantisce a più di 2.100 famiglie di produttori magazzini e impianti per la lavorazione e la trasformazione e formazione su gestione organizzativa e finanziaria. Da sette anni a questa parte Oxfam Italia è riuscita a trasformare, nella zona di Salcedo, una piccola cooperativa di caffè di 12 persone in una realtà di 2.000 coltivatori. Inoltre, in tutto il Paese, ha coinvolto in attività produttive un totale di 5.000 persone che oggi gestiscono in maniera autonoma le cooperative ed hanno visto triplicare il proprio reddito.


Le donne mettono a dimora le nuove piantine

Riforestazione

A Boileau, nel sud di Haiti, Oxfam Italia sta realizzando un progetto di riforestazione, per costruire vivai con alberi da frutto – ciliegi, agrumi e manghi –  in modo che poi le produttrici possano vendere i loro prodotti. Accanto alla possibilità di contare su entrate immediate per le famiglie che beneficiano del progetto, è forte anche la motivazione per i benefici ambientali che si realizzeranno a lungo periodo. La riforestazione rende infatti più fertile la terra, ma migliora la qualità e la quantità di acqua sotterranea e contrasta la erosione dei suoli.


La fiera a Scutari, con il miele e i prodotti locali ha avuto un grande successo. Credits: Jacopo Turini/Oxfam Italia

La fiera a Scutari

In Albania, le montagne che circondano Scutari sono brulle e durante gli ultimi anni queste montagne sono state saccheggiate delle loro risorse. La gente che in queste montagne vive e soffre, durante l’inverno rimane chiusa in casa con 4 metri di neve fuori e qui l’inverno dura 6 mesi. Negli ultimi anni si è iniziato a  coltivare piante medicinali, principalmente salvia, lavanda e timo. Il lavoro è prevalentemente svolto dalle donne, che preparano la terra e seminano le piantine di erbe medicinali. Quando le piante sono pronte per essere raccolte iniziano i veri problemi veri, bisogna essiccarle per evitare che marciscano in breve tempo e tutto il lavoro sia perduto in un attimo. Normalmente le erbe vengono essiccate nelle aie, su teli di plastica che vengono continuamente spostati per evitare che le frequenti piogge rovinino il raccolto. Alla fine il risultato è disastroso, il 60 % del prodotto della raccolta di ottobre viene perso e la qualità del raccolto ne risente pesantemente. Per ovviare a questi problemi, Oxfam Italia ha costruito due grandi essiccatoi che grazie alla ventilazione naturale e queste strutture semplici ma molto efficaci riescono a essiccare 25 tonnellate di salvia in soli 15 gg, qui le famiglie portano il loro raccolto e lo recuperano quando è perfettamente asciutto evitando perdite dovute alla pioggia. E’ stata costituita una cooperativa e le donne che ne fanno parte conoscono l’importanza di essiccare il prodotto in queste strutture, sanno quanto sia doloroso vedere altrimenti il raccolto distrutto da piogge e muffe. Attraverso queste iniziative Oxfam Italia promuove il lavoro agricolo, l’associazionismo garantendo un reddito alle famiglie più povere dell’Albania, portando cosi speranza e fiducia in un futuro migliore.

DONA ORA