Aida, un premio per promuovere l’impegno per le donne in Bosnia

8 Marzo 2017
La storia di Aida che lotta contro la disuguaglianza

Aida Zubčević è la presidente dell’Associazione Business Women in Bosnia ed Erzegovina, nata nel 2013 e che oggi è formata da 300 donne.

L’associazione sta contribuendo alla creazione di una società civile forte e unita, che unisca donne urbane e rurali contro le pratiche discriminatorie e sensibilizzare le donne a esigere i loro diritti economici.

In occasione della Giornata Internazionale della donna, l’8 marzo scorso, Aida è stata selezionata, insieme con altre quattro donne, quale vincitrice del Women’s Economic Empowerment Leadership Awards 2017 di Oxfam.

Il premio viene conferito agli operatori di Oxfam, ai partner e alle organizzazioni comunitarie che hanno contribuito straordinariamente a promuovere l’empowerment femminile nel mondo.

Aida ha cambiato le norme sociali tradizionali e ha stabilito rapporti con donne nel Parlamento e nei Consigli locali, contribuendo così a dare uno status sociale alle donne in cui sia riconosciuto il loro ruolo a favore dello sviluppo comunitario.
Ha vinto, inoltre, il premio “Flower of success”, che viene assegnato a livello regionale alle donne simbolo.

L’associazione di Aida è partner di Oxfam nell’ambito del progetto “FAI – Filiere agricole inclusive per uno sviluppo sostenibile dei territori rurali in Bosnia Erzegovina e Albania”, finanziato dal Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale di Intesa Sanpaolo.

Iniziato nell’aprile 2015, il progetto è realizzato in due paesi, la Bosnia Erzegovina e l’Albania, tra i più poveri dell’area europea. Il progetto si prefigge due obiettivi principali:

  • promuovere lo sviluppo di filiere agricole inclusive come strumento di lotta alla povertà, attraverso il lavoro diretto con quattro realtà cooperative locali già attive ma che necessitano sostegno per il rafforzamento delle capacità organizzative, produttive e di commercializzazione dei loro prodotti agricoli;
  • rafforzare le capacità degli attori locali quali agenti di cambiamento per promuovere uno sviluppo territoriale sostenibile e più inclusivo rispetto alle fasce più vulnerabili e maggiormente capace di garantire uguaglianza di genere.

Progetto WEMIN

Il progetto mira a sviluppare e realizzare un modello innovativo di integrazione per donne migranti e rifugiate di tutte le età nelle comunità coinvolte.

Le condizioni di disparità per le donne nel mondo del lavoro

Ancora oggi in Europa le donne sono pagate meno degli uomini, più esposte a lavori precari, in ruoli che non tengono conto delle loro reali qualifiche di studio o capacità professionali

Giornata internazionale della donna

Giornata internazionale della donna. Un esempio del nostro lavoro per promuovere la parità tra i sessi: la storia di Pauline e Opheus.