Giorgio Albertazzi per Oxfam Italia

24 Aprile 2013
Giorgio Albertazzi per Oxfam Italia
Giorgio Albertazzi in "La mia Firenze"

Giorgio Albertazzi

Il 9 maggio alle 21, al Teatro Verdi, Giorgio Albertazzi in un recital straordinario, scritto appositamente per la sua città natale. Il ricavato della serata sosterrà il progetto COLTIVA  di Oxfam Italia e il progetto “NEW RENAISSANCE PATRONAGE FUND”, promosso dall’International Studies Institute Florence.

Un omaggio a Firenze nei giorni in cui sarà capitale della cultura europea, aperta la vendita dei biglietti.


Lo spettacolo sarà un omaggio, non solo ai luoghi dell’infanzia e della prima giovinezza, ma anche alle persone e agli artisti straordinari con i quali Albertazzi, ha condiviso gli anni più freschi della sua lunga vita. Una sorta di dedica d’amore raccontando aneddoti, rivivendo emozioni, rimembrando D’Annunzio e Dante, accompagnato dalle musiche live al piano di Antonio Artese. Uno spettacolo che sarà inoltre arricchito dalla suggestiva proiezione delle immagini storiche di Firenze, grazie alla collaborazione con l’Archivio Storico Fratelli Alinari. Insomma, un viaggio tra i tanti ricordi del Maestro: Fiesole, i Tatti (i tè di Berenson con D’Annunzio e Thomas Mann), il laghetto del Leader, la cioccolata a piazzale Michelangelo, Chinita, Leone Piccioni, Carlo Cattaneo e l’innocenza di Miranda, la “Pergola” con le sue attrici “appese” al sipario, la Fiorentina e “I primi calci”, Athos Ori (l’unico Maestro che Albertazzi riconosca), Settignano e Noris, Zeffirelli e il primo incontro con Visconti, Franco Enriquez, Dante nelle piazze, il Paradisino, la facoltà di Architettura, il carcere delle Murate, l’alluvione e soprattutto Bianca Toccafondi.

Ma quella del 9 maggio, oltre ad essere una serata di grande spettacolo, avrà anche un risvolto solidale. Le donazioni e i proventi derivanti dalla vendita dei biglietti verranno infatti devoluti a due importanti iniziative: il progetto “NEW RENAISSANCE PATRONAGE FUND”, promosso dall’International Studies Institute Florence, che permetterà di fornire borse di studio per giovani talenti italiani e americani, e i progetti di lotta alla povertà sostenuti dalla campagna “COLTIVA. Il cibo. La vita. Il pianeta”, promossa da Oxfam Italia, affinché tutti nel mondo abbiano abbastanza cibo. Dal 6 all’8 maggio, dalle 15 alle 20, inoltre, il Maestro Albertazzi terrà  un laboratorio teatrale, aperto a studenti di recitazione e non solo, presso Villa Strozzi, da titolo “Galeotto fu Dante”.

(Per informazioni e iscrizioni al laboratorio teatrale: mercuzio.associazione@gmail.com;   Giordano Aquilini: 339.8281386).

Il Simposio Internazionale sul mecenatismo e le arti performative ai giorni nostri

Sarà una rassegna, in programma dal 7 al 9 maggio a Firenze, ricchissima di appuntamenti che si articolerà, tra sessioni mattutine, con conferenze di docenti provenienti da prestigiose istituzioni accademiche internazionali, una tavola rotonda, con interventi di top manager di fondazioni ed enti, personalità istituzionali, giornalisti, sponsor e rappresentanti di importanti festival italiani e tre eventi serali da non perdere, con spettacoli teatrali, di danza e concerti aperti a tutti i fiorentini e non solo.Il Simposio, parte del Festival D’Europa 2013,(dobbiamo mettere anche questo link:http://www.festivaldeuropa.eu/) è promosso dall’ International Studies Institute (ISI Florence), sede ufficiale di un consorzio di università americane e australiane accreditate presso il MIUR, in collaborazione con Oxfam Italia, l’Associazione Divertiamoci Correndo e Fondazione MonnalisaOnlus.


Gli altri principali eventi in programma

Martedì, 7 maggio (Museo Marino Marini – h 21:00): THE TWO SIDES Renaissance and Contemporary Music. I musicisti di ISI Florence e University ofColorado, con la partecipazione del Maestro Paolo Zampini, flauto, ripercorrono due generi di musiche diverse ma per certi versi molto simili, confrontando stili e melodie in un connubio che rappresenta la continuazione ideale della riflessione teoretica del convegno mattutino.

Mercoledì 8 maggio (15,30-17,30 pm), Tavola rotonda dal titolo: Il mecenatismo nelle ‘performing arts’ oggi: tra pubblico e privato. Giornalisti, sponsor e  rappresentanti delle Istituzioni si riuniranno alla Sala Pegaso della Regione Toscana per un incontro, aperto al pubblico, che si pone l’obiettivo di delineare lo stato del mecenatismo culturale oggi (tra fondazioni, enti pubblici e privati) e i possibili scenari futuri della produzione culturale. Tra i partecipanti, esponenti dell’Accademia MusicaleChigiana, Assifero, Fabbrica Europa, FondazioneFlorens, Fondazione Sistema Toscana, Regione Toscana, Provincia, e Comune di Firenze.

Mercoledì, 8 maggio (Teatro di Rifredi – 21:00):ARC: Featuring Danceworks con coreografie di danza contemporanea di Delila Mosely (University of California Dance Company). Lo spettacolo si articola in una successione di creazioni realizzate da noti coreografi americani, in grado di mescolare il movimento dei corpi ad una scenografia di grande effetto, ottenuta grazie a suggestive proiezioni video. Uno spettacolo firmato da Nancy Colahan, Valerie Huston e Jerry Pearson, docenti presso ilDepartment of Theater and Dance della DanceFaculty della University of California Santa Barbara, ma attivi anche in altre compagnie americane.