I Doctor Krapula a sostegno dell’impegno di Oxfam Italia contro la povertà

3 Luglio 2014

I Doctor Krapula a sostegno dell’impegno di Oxfam Italia contro la povertàIn partenza il quinto world tour della rock band Doctor Krapula. Sei date in Italia per la formazione colombiana testimonial di Oxfam che, per l’occasione, presenterà il nuovo album “AMA-ZONAS” (Esperanza de la Humanidad), in favore delle popolazioni indigene della foresta amazzonica

Sei concerti da non perdere. A un anno di distanza dal travolgente tour “Viva El Planeta”, i Doctor Krapula tornano in Italia con sei entusiasmanti date live che toccheranno varie località della penisola. Un’occasione unica per passare una serata in compagnia di una delle migliori rock band dell’America Latina che, per l’occasione, presenterà il nuovo album “AMA-ZONAS (Esperanza de la Humanidad)”, inciso insieme ad altri 25 artisti riunitisi sotto il nome di Colectivo Jaguar: un grande progetto, a cui hanno partecipato artisti del calibro di Manu Chao e Ska-P, che mira a ridare voce alle popolazione indigene del trapezio amazzonico minacciate dalla deforestazione, dalla sottrazione delle proprie terre, dallo sfruttamento di multinazionali straniere, dall’inquinamento e dalla perdita dell’identità culturale. Temi affini al nostro impegno con cui, attraverso la campagna “COLTIVA – Il cibo. La vita. Il Pianeta”, ci siamo schierati contro il land grabbing, ovvero l’accaparramento della terra a danno delle comunità di contadini e piccolo produttori agricoli del Sud del mondo.

Il primo appuntamento in Italia è previsto per venerdì 4 luglio al festival TERRA! di Verbania alle ore 21:30. Il giorno successivo parteciperanno invece al festival bolognese BOtanique con un’esibizione live a partire dalle ore 20:00. I Doctor Krapula partiranno alla volta di Torino per una esclusiva diretta streaming con Radio Black Out prevista per martedì 8 luglio alle ore 23:00. Giovedì 10 luglio alle ore 21:30 saliranno invece sul palco romano della Villetta di Garbatella, per un concerto totalmente gratuito in una delle location storiche della cultura alternativa cittadina. Il giorno successivo, venerdì 11 luglio alle ore 22:30, parteciperanno invece all’esclusivo Chaski Fest di Monopoli. Chiusura infine in grande stile domenica 13 luglio alle ore 21:00 con un concerto da non perdere al Parco Rocca Borromeo di Arona.


Date italiane del tour 2014 di Doctor KrapulaEcco l’elenco completo del tour:

04/07 – TERRA! – Parco di Madonna di Campagna, Viale Azari 115, Verbania

05/07 – BOtaniqueFest – Giardini Via Filippo Re, Bologna

08/07 – Diretta streaming da RADIO BLACK OUT – Torino

10/07 – Villetta della Garbatella – Via degli armatori 3, Roma

11/07  Chaski Fest – Largo Castello, Monopoli

13/07 – Rock al Lago – Parco Rocca Borromeo, Via alla rocca 22, Arona




Doctor Krapula è un gruppo di rock alternativo, che trasmette all’umanità messaggi di trasformazione e di attivazione della coscienza attraverso la sua musica popolare ‘meticcia’ (Rock che accoglie influssi Ska, Reggae, Punk, Salsa e di musica popolare). Creata nel 1998 a Bogotà, Colombia, da 5 musicisti, in quasi 15 anni di carriera e 5 lavori discografici, i componenti di Doctor Krapula si sono posizionati come leader del movimento artistico cosciente dell’America Latina, che guidano insieme a colleghi amici quali Manu Chao.
La band ha all’attivo un importante show dal vivo che è riuscito a colpire il cuore e restare nella memoria di più di un milione di persone in più di 500 repliche. Il diligente e continuo lavoro ha permesso al gruppo di ottenere numerosi ed importanti riconoscimenti come: 10 premi ‘Shock de la Musica’, 4 premi ‘Nuestra Tierra’, 3 nominations ai premi MTV,  una nomination ai premi ‘40 Principales’ in Spagna e 3 nominations ai Latin Grammy oltre ad innumerevoli riconoscimenti della stampa alla sua musica e alle sue azioni. La band conta sul supporto di un nutrito e fedelissimo stuolo di fans in quasi tutto il mondo e la sua pagina Facebook ha già superato la soglia degli 800.000 contatti. La musica di Doctor Krapula si lascia ballare e lascia riflettere ed è riuscita ad irrompere nei grandi mercati senza negoziare il carattere rivoluzionario della sua essenza lirica.