Azione dimostrativa di Oxfam davanti alla Casa Bianca

I leader del G8 hanno smarrito la strada

C’era anche il premier italiano Mario Monti ieri davanti alla Casa Bianca, vestito da giovane esploratore insieme con gli altri leader del G8. Confusi e indecisi su quale direzione prendere per assicurare cibo a sufficienza a quasi un miliardo di persone che ancora oggi soffre la fame. I leader hanno finito per smarrirsi, distratti da cartelli che indicano facili scorciatoie o da insidiose tentazioni, come quella di ricorrere al settore privato per risolvere il complesso problema della fame cronica.

L’azione dimostrativa è stata organizzata ieri da Oxfam per chiedere al G8 in corso a Camp David di non perdere la strada e rispettare le promesse fatte al G8 del’Aquila di investire nei programmi a favore dell’agricoltura dei paesi in via di sviluppo.

Sono 500 milioni le piccole aziende agricole nei paesi in via di sviluppo. Nel loro insieme, sostengono 2 miliardi di persone: quasi un terzo dell’umanità. Per questo, ricorda Oxfam, mettere i contadini al primo posto è vitale per trovare una soluzione alla fame e alla povertà.

Clicca qui per vedere le foto dell’azione dimostrativa