Italia-Brasile: educare i nuovi cittadini globaliL’evento finale del progetto “Italia-Brasile: educare i nuovi cittadini globali”, realizzato da Oxfam Italia grazie al contributo della Fondazione Telecom Italia, è parte integrante dell’esperienza di scambio educativo prevista dal progetto, di cui costituisce la fase finale di analisi di fattibilità e di ascolto da parte dei soggetti che possano influire sull’attuazione delle proposte presentate dai partecipanti.

Il progetto ha coinvolto, grazie alla piattaforma Oxfam Edu, 9 classi di scuole superiori italiane (dalla Toscana, Sardegna e Sicilia) e altrettante classi di scuole superiori brasiliane (in particolare di San Paolo). Le classi hanno lavorato sui temi legati alle problematiche ambientali e alla giustizia tecnologica.
Ogni classe ha utilizzato durante il secondo e terzo modulo del progetto il metodo dei Future Workshop grazie al quale, attraverso discussioni e votazioni sono state individuate criticità e proposte per superare le problematiche legate all’ambiente e alla giustizia tecnologica.

L’ultima fase del metodo dei Future Workshop è proprio quella dell’analisi di fattibilità delle proposte sviluppate davanti a soggetti che possano dare risposte concrete. Nell’evento finale del 12 maggio, gli studenti, quindi, si confronteranno con soggetti che potranno influire sull’attuazione delle proposte presentate e gli obiettivi dell’incontro saranno:
– garantire un ascolto attivo da parte dei soggetti coinvolti delle proposte e delle criticità emerse.
– dare la possibilità agli studenti di porre domande ai decisori e viceversa al fine di aprire un dialogo su un tema così complesso ed attuale.

Gli studenti presenteranno le loro proposte di miglioramento partendo da un’analisi critica dell’esistente, ma con l’occhio rivolto al futuro. Un futuro a cui le nuove generazioni si aprono con desiderio di partecipazione e di miglioramento, ma anche di ascolto dei loro bisogni formativi e di accompagnamento durante le loro fasi di crescita.
L’idea, quindi, intorno alla quale ruota l’organizzazione della giornata del 12 maggio è quella di costruire una sorta di aula di confronto in cui ogni classe ha un breve spazio per presentare agli ospiti la propria proposta, porgli domande e possibilmente ricevere risposte.

Programma dell’evento

13.45-14.30 Apertura ufficiale dell’evento, contributi dal donator, Fondazione Telecom Italia, Vitae Civilis e OIT più breve presentazione da tutte le classi, sia quelle presenti a Firenze che quelle collegate online (classi della Sicilia e Sardegna).


14.30-16.30 Sessione di presentazione delle proposte sia in Italia che in Brasile. Ciascun paese continua con il suo evento finale.
Ogni classe presenta la sua proposta (scelte democraticamente e preparate in anticipo, in accordo con il formato stabilito), circa 6/7 minuti per classe.
Gli ospiti avranno 5 minuti ciascuno per rispondere alle proposte, dimostrando il loro impegno concreto o il loro supporto nell’implementazione delle proposte.


16.30-17.00 Conclusione e ringraziamenti.