Middle East Now, concerto-evento alla Flog

8 Aprile 2015

 

Venerdì 10 aprile concerto-evento con the Narcisyst

Sul palco del Middle East Now 2015 la grande musica e la solidarietà di Oxfam per la Siria. Venerdì 10 aprile in programma all’Auditorium Flog di Firenze (ore 22.30) il “Frikkettonica Middle East Party”. Special guest del concerto- evento The Narcicyst, musicista di origini irachene, cresciuto tra gli Emirati e il Canada, la nuova star della scena Arab hip hop internazionale, per la prima volta in scena in Italia. L’artista si esibirà in uno show tra musica e immagini insieme a Sundus Abdul Hadi, pittrice e artista  anche lei di origini irachene.


Il concerto sosterrà infatti il lavoro che Oxfam realizza a favore dei profughi siriani in Libano, Giordania e in Siria, dove dal 2011 abbiamo prestato soccorso a oltre 1.3 milioni di persone, attraverso la fornitura di acqua pulita, buoni spesa, contributi per l’affitto, generi di conforto e la costruzione e il ripristino di strutture igienico-sanitarie.

Yassin “THE NARCICYST” Alsalman è un artista eclettico, musicista, attore, artista multimediale, nonché professore alla Concordia University di Montreal, un vero e proprio dandy che si è definito una “persona politicizzata, un essere umano socialmente consapevole”: con le sue performance dalla grande potenza visiva denuncia le assurdità di essere un “Arab boy in a Western world”, uno dei pionieri dell’Arab hip-hop della diaspora. La sua carriera di attore include ruoli nel film “City of Life”, uno dei maggiori successi del cinema dagli Emirati, e in ‘RISE’, l’ultimo short music film (proiettato in anteprima nazionale nella serata inaugurale del festival) scritto e prodotto come anticipazione dell’album in uscita nei prossimi mesi, dal titolo WORLD WAR FREE,  che sarà anche un libro di comics e una serie di video. Recentemente, ha fondato il collettivo di artisti multimediali, The Medium, creativi di punta della cultura e creatività araba contemporanea, i “New World Citizen”.


Ad accompagnare The Narcicyst, in apertura sul palco Dre Love & The Band, un’esperienza autentica di funk, soul e hip hop.  In chiusura, invece, Shantel, dj e produttore tedesco, re del beat box che mescola balkan beat a influenze turche e mediorientali, il quale a Firenze presenterà anche il suo nuovo singolo “East West”, realizzato assieme alla giovane cantante e musicista greca Areti Ketime.


Un grande grazie va al Middle Est Now e agli artisti che saliranno sul palco per sostenere il lavoro che realizziamo a fianco dei profughi siriani. – dice Lorenzo Ridi, responsabile di Oxfam Italia a Firenze – Con l’aiuto di tutto il pubblico fiorentino sarà davvero possibile continuare a fare la differenza per la popolazione colpita dall’atrocità di questa assurda guerra: con oltre 76.000 morti, inclusi migliaia di bambini, e 2,4 milioni di persone costrette ad abbandonare la propria abitazione, il 2014 è stato un anno terribile per la crisi siriana, il peggiore dal suo scoppio nel 2011. Sono numeri inaccettabili, che non possono continuare a crescere. Ed è per questo che abbiamo bisogno della solidarietà di tutto il pubblico: dobbiamo fermare questa follia”.

Gli artisti

SHANTEL
Un impareggiabile mix di storie fantastiche, passione, fuoco ed anarchia. Stefan Hantel, in arte Shantel (Francoforte sul Meno, 1º gennaio 1968), è un producer e dj tedesco, conosciuto soprattutto per i suoi lavori con la sua orchestra gitana e per i suoi remix tra musica balcanica, turca ed elettronica. Per tal motivo è considerato unanimamente il re del Beatbox dancefloor.  Il suo ultimo album “Bucovina Club Vol 2“ è stato votato come la miglior produzione dell’anno dalla rivista inglese Songlines. I media gli hanno dedicato ampi servizi nel quale emerge il suo inebriante stile: un miscuglio di balkan beats, turkish and gypsy-grooves e freestyle electronica.


DRE LOVE & THE BAND

Dre Love & The Band è un’esperienza autentica di funk, soul e hip hop. Dre Love – rapper, songwriter, cantante, dj, entratainer nato a New York – si muove in Italia negli anni ’90, periodo che lo vede tra i fautori della scena hip hop nostrana con la storica band “Radical Stuff”. Negli anni successivi registra e collabora con artisti del calibro di Alex Britti, Jamiroquai, Almamegretta, Irene Grandi, Neffa e molti altri ancora. La band, espressione della sua visione musicale, è composta da Drumz aka Diego Leporatti alla batteria, Gianni Pantaleo alle tastiere, Lorenzo Forti al basso e Guido Masi alla chitarra. Il repertorio si muove tra brani originali contenuti nell’Ep uscito nel 2012 su Rhymast rec dal titolo “Get a Dicktionary” e omaggi ai grandi artisti afroamericani.