King Street: Oxfam logo on the window. King St is a standard shop. Credits: OxfamGB

L'"abbraccio" di Oxfam

Oxfam Italia ha conseguito la piena affiliazione alla confederazione globale Oxfam, entrando così a tutti gli effetti in uno dei più prestigiosi e importanti network globali impegnati contro la povertà e l’ingiustizia. La decisione è stata presa all’unanimità nell’assemblea annuale che la confederazione ha tenuto  di recente a New Delhi, India. Oxfam Italia è il 17esimo affiliato ad aderire a Oxfam International, una rete presente in oltre 90 paesi.


Completiamo il nostro processo di affiliazione confermando la nostra duplice vocazione: locale e globale. Nati oltre 30 anni fa ad Arezzo con il nome di Ucodep, siamo cresciuti negli anni fino a diventare una delle prime 10 Ong italiane per bilancio e attività, avviando nel 2008 la collaborazione con Oxfam International. La prima iniziativa congiunta ha preso la forma di un Ufficio Campagne in vista del G8 de L’Aquila del 2009.

La piena affiliazione è il felice coronamento dell’esperienza di questi anni, fatta di un lavoro intenso e di uno scambio continuo con la rete internazionale di Oxfam e i suoi partner. Si può dire che Oxfam Italia è il frutto di un innesto di una grande realtà internazionale in  un’organizzazione italiana al 100 per cento. Questo processo ci ha permesso di entrare in uno delle più grandi reti internazionali rimanendo fedeli ai nostri valori originari. Un risultato di cui siamo fieri”, dichiara Francesco Petrelli, presidente di Oxfam Italia.

Nei giorni scorsi, inoltre, il Consiglio di Amministrazione di Oxfam Italia ha nominato Roberto Barbieri nuovo direttore generale di Oxfam Italia. Barbieri succede a Pietro Nibbi, che ha ricoperto per 15 anni la carica. “A nome di tutto il Consiglio e mio personale voglio esprimere a Nibbi la gratitudine e la stima di tutta l’associazione per l’impegno e la passione con cui ha ricoperto il ruolo di direttore in tutti questi anni”, continua Petrelli. “Nibbi non lascerà Oxfam Italia, ma continuerà a collaborare con noi, assicurandoci il contributo della sua esperienza e competenza”.

Roberto Barbieri, 46 anni, laureato presso l’Università Bocconi di Milano, ha una lunga esperienza sia nella cooperazione internazionale che nel settore sociale in Italia: “Ringrazio il Consiglio per la fiducia dimostratami con la nomina a direttore generale. Di fronte alle sfide che ci attendono, il mio obiettivo sarà mantenere e sviluppare lo spirito di squadra che è stato in questi anni il vero valore aggiunto e la chiave dei molti successi conseguiti”. Prima di Oxfam Italia, Barbieri ha lavorato come Programme Officer per l’Unicef.  Ha coordinato il lavoro di pianificazione sociale per enti locali e organizzazioni italiane del terzo settore. Da alcuni anni professore a contratto  presso l’Università di Firenze, interviene come esperto in vari master e in corsi di università e agenzie formative italiane.  Prima dell’attuale incarico in Oxfam Italia, dal 2005 ha ricoperto il ruolo di direttore del dipartimento cooperazione internazionale della stessa organizzazione.  Vive a Firenze, è sposato e ha due figlie.