YEMEN E MOZAMBICO: L'ACQUA CONTAMINATA METTE A RISCHIO LA VITA DI MILIONI DI PERSONE

Lavarsi le mani salva la vita

bambini in un campo profughi

GUERRE E INONDAZIONI GENERANO EPIDEMIE DEVASTANTI

Decine di milioni di persone sono allo stremo, costrette a sopravvivere in Paesi dilaniati dalla guerra o dall’impatto del cambiamento climatico.

In Yemen, colpito da una guerra che dura da più di quattro anni, al momento sono 17,8 milioni le persone che non hanno accesso ad acqua sicura, perché i sistemi idrici e fognari sono stati distrutti o danneggiati. La popolazione ha già subito la più grave epidemia di colera di sempre con più di 3.000 persone morte e oltre 1,3 milioni di persone contagiate. Con l’arrivo delle piogge, nuove inondazioni contamineranno ulteriormente le poche fonti d’acqua disponibili, accelerando la diffusione della malattia.

In Mozambico, il ciclone Idai dello scorso marzo e il ciclone Kenneth di fine aprile hanno già causato almeno 540 vittime e 1.500 feriti, oltre ad aver distrutto villaggi e migliaia di ettari di colture, mettendo in ginocchio la capacità di sussistenza della popolazione. Tutta l’acqua in quest’area è potenzialmente contaminata, le inondazioni hanno distrutto reti idriche e fognarie, costringendo la popolazione ad usare acqua sporca e stagnante. Assieme al colera si contano migliaia di casi di dissenteria acuta.

distruzione dopo il ciclone idai
operatori oxfam al lavoro per portare acqua pulita

LE MALATTIE SI POSSONO PREVENIRE

I nostri operatori sono già al lavoro anche in Yemen e in Mozambico con l’obiettivo di salvare vite portando acqua pulita, servizi igienici e sapone.

In Yemen siamo impegnati, in una lotta contro il tempo per salvare 40.000 persone intrappolate nelle aree più difficili da raggiungere a causa dell’intensificarsi degli scontri.

In Mozambico, abbiamo portato acqua sicura a più di 8.000 persone e stiamo formando la popolazione sulle norme igieniche per evitare di contrarre malattie, ma è necessario raggiungere altre 500 mila persone le cui vite sono ancora in pericolo.

Un gesto quotidiano come il lavaggio delle mani è uno dei principali strumenti per prevenire e impedire la trasmissione di malattie. Acqua pulita e sapone sono una barriera contro germi e batteri responsabili di diarrea e colera, potenzialmente mortali, specialmente nei bambini.

ABBIAMO BISOGNO DI TE
OGNI € DONATO SI TRASFORMERÁ IN ACQUA PULITA E SAPONE PER DIFENDERE VITE IN PERICOLO.

DONA ORA