Speciale Io donna Sei scrittrici - mille voci

La copertina del numero che troverete il 17 agosto

Un viaggio alla scoperta dei progetti di sviluppo e umanitari Oxfam


Silvia Avallone, Camilla Baresani, Beatrice Masini, Candida Morvillo, Valeria Parrella e Pulsatilla in esclusiva su IO Donna e su iodonna.it, in edicola e online dal 17 agosto


“Sei scrittrici, mille voci”. Sei tra le più importanti scrittrici italiane, in esclusiva per IO Donna, hanno intrapreso un viaggio per dare voce a milioni di donne nel mondo. Dal 17 agosto, in edicola e online su iodonna.it, questi reportage d’autore faranno conoscere alcuni dei programmi di sviluppo di Oxfam, raccontando storie di speranza e solidarietà.

Silvia Avallone, Camilla Baresani, Beatrice Masini, Candida Morvillo, Valeria Parrella e Pulsatilla attraverso racconti, foto e video-interviste esclusive testimoniano il lavoro di milioni di donne nel mondo che quotidianamente lottano per la sopravvivenza e di volontari che mettono la propria vita a disposizione degli altri.

“Abbiamo scelto delle donne, delle scrittrici, per raccontare la vita di altre donne meno fortunate. Quelli che presentiamo in questo numero speciale sono racconti d’autore ma soprattutto testimonianze emozionanti – ed emozionate – di come sia determinante il lavoro femminile nelle zone del mondo più disagiate dove opera Oxfam” – spiega il direttore Diamante d’Alessio – “Tutti questi reportage sono legati da un filo rosso: il cibo, inteso come risorsa necessaria e mai sufficiente, ma anche come possibilità di riscatto e di emancipazione per le donne di questi paesi. Per questo è preziosa la collaborazione con Women for Expo, un progetto di Expo 2015, che si occupa di nutrimento e lo fa mettendo al centro la cultura femminile perché le donne nutrono e si prendono cura di sé, degli altri, del pianeta”.

“Si sente dire spesso che il futuro è donna. Ma non tutte le donne hanno lo stesso futuro, a causa di povertà, diseguaglianza e discriminazioni. Eppure se le donne avessero uguale accesso alle risorse rispetto agli uomini, 150 milioni di persone in meno nel mondo soffrirebbero la fame” – commenta Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia – “Per questo da oltre settant’anni Oxfam promuove e sostiene la nascita di imprese al femminile, in particolare all’interno delle comunità rurali. Le donne sono al centro di ogni nostra iniziativa perché sanno agire in modo collettivo e sanno accendere i motori del cambiamento verso un mondo più equo. E, quando ci si occupa di cibo o di ciò che può procurare cibo, sanno sempre prendersi cura del nutrimento e del futuro di tutti.  Sono convinta che si può sempre parlare di futuro con una donna, anche se discriminazioni, ingiustizie e povertà lo oscurano.”


IO donna devolverà parte del ricavo del venduto edicola a Oxfam Italia come donazione e sostegno a favore dei programmi di sviluppo dell’organizzazione.