I tessuti delle donne H’mong e Dzao sono stati intordotti nella rete internazionale del commercio equo

Le donne delle comunità H'Mong

Nelle isolate montagne del Vietnam del Nord Oxfam Italia lavora con le donne appartenenti alle minoranze H’mong e Dzao, che coltivano da millenni l’arte della tessitura e del ricamo., dando loro l’opportunità di commercializzare i propri prodotti.

In questi giorni, migliaia di persone appartenenti all’etnia Hmong hanno organizzato una protesta chiedendo maggiore autonomia.
L’amministratore del distretto ha detto alla BBC che i protestanti hanno rapito un gruppo di ufficiali locali. I soldati sono stati presi dalle aree vicine nella remota provincia di Dien Bien. Non è chiaro se coloro che sono stati rapiti siano stati rilasciati, o se vi siano state vittime.
La regione di Dien Bien è una delle più povere del Vietnam, in cui la popolazione Hmong vive con meno di 100 dollari all’anno. E’ inoltre remota e montagnosa, rendendo difficile verificare le notizie che vi giungono. Le richieste degli Hmong – che sono per la maggior parte cristiani – includono più libertà religiosa, migliori diritti sulla terra e più autonomia.
L’amministratore locale Giang A Dinh – appartenente all’etnia Hmong- ha detto alla BBC vietnamita che sono stati fatti molto compromessi per venire incontro alle loro richieste, ma le proteste sono continuate. Il governo mantiene un controllo molto forte sul dissenso e le proteste di ogni tipo sono estremamente rare. Gli analisti sostengono che il governo centrale di Hanoi sarà furioso, e che la risposta più probabile sarà rimuovere l’amministratore.