Libia, abusi e torture per i migranti

6 Luglio 2017
Oltre 785 milioni di euro spesi per sostenere l'accordo Italia-Libia, senza fermare le morti in mare e consentendo il respingimento in Libia di 50 mila persone, di cui 12 mila solo nel 2020.

La denuncia di abusi e torture per i migranti in Libia

Cosa possiamo fare per aiutare le persone in fuga?

Oggi nel mondo più di 65 milioni di uomini, donne, bambini – gli abitanti di un paese come l’Italia! – sono in fuga da violenze, conflitti, fame, povertà, impatti del cambiamento climatico. Queste persone hanno perso tutto: la loro casa, il loro lavoro, spesso la propria famiglia.

Oggi le nazioni più ricche del mondo non riescono a proteggere queste persone come dovrebbero, e lasciano il peso dell’accoglienza dei rifugiati sulle spalle delle nazioni più povere. In molti paesi, i rifugiati non sono adeguatamente assistiti e protetti, non possono lavorare e i loro bambini non possono andare a scuola. Questo danneggia le loro opportunità di avere una vita migliore di quella che hanno lasciato.

Non possiamo restare indifferenti mentre vengono violati i loro diritti, i diritti di ognuno di noi.

Firma la petizione “Stand as one. Insieme alle persone in fuga”

Insieme alle persone in fuga

COOPERAZIONE ITALIA: IL GOVERNO DRAGHI RISPONDA ALLE CRISI UMANITARIE IMPOSTE DALLA PANDEMIA

Nonostante le promesse del Ministro di Maio di stanziare nel 2020 lo 0,30% del reddito nazionale lordo in aiuto pubblico…

NUOVE REGOLE FISCALI PER MULTINAZIONALI: UN ACCORDO DEI PAESI RICCHI PER I PAESI RICCHI

In risposta all’accordo fiscale dell’OCSE annunciato oggi, Misha Maslennikov, policy advisor di Oxfam Italia sui dossier di giustizia fiscale, ha…

OLTRE 143 MILA VITTIME IN YEMEN, MA L’ONU NON RINNOVA IL MONITORAGGIO SULLE VIOLAZIONI DEI DIRITTI UMANI

La decisione assunta ieri, nonostante il voto favorevole al rinnovo dell’Italia, mette ancora più a rischio il futuro di un…