Inaugurazione libreria Oxfam a Fivizzano

L'inaugurazione della libreria

Sabato 1 giugno, a Fivizzano, in provincia di Massa Carrara, è ufficialmente nata la prima libreria Oxfam in Italia di libri remainders in sostegno di progetti di lotta alla povertà nel mondo. Nel cuore della Lunigiana, un nuovo luogo di incontro, per fare della crisi dell’editoria un’occasione di rilancio della cultura e della solidarietà.

Sono oltre 6000 i volumi generosamente donati da istituzioni, privati, case editrici e librerie costrette dalla crisi a chiudere la loro attività come l’editore Tranchida di Milano, che ha generosamente offerto una donazione di 30 mila volumi che verranno ridistribuiti tra le varie biblioteche della Lunigiana, tra cui quella di Aulla distrutta dall’alluvione del 2011. Solo nel primo weekend sono stati venduti libri per circa 1000€.

Ma la nuova libreria targata Oxfam Italia, che coinvolge più di 20 volontari, non sarà solo un luogo dove si uniranno l’amore per i libri e la solidarietà, assieme infatti grazie alla collaborazione con il Comune di Fivizzano, essa diverrà un luogo di incontro di cultura, di eventi, di socializzazione con anche uno spazio per la lettura riservato ai più piccoli ed una bellissima sezioni di libri antichi. Non è un caso dunque, che nuova libreria di Oxfam, la prima in Italia, nasca proprio a Fivizzano, la “nobile città del libro”, che nel cuore della Lunigiana nella terra di Spinetta Malaspina, diede la luce al primo libro mai stampato in Europa, come testimoniato dal vicino Museo della Stampa.