Mamtaz ha perso sua madre e il marito nei sempre più frequenti uragani. Credits: Ami Vitale/Oxfam

Bangladesh, un intero paese a rischio

Un gruppo di hacker informatici ha diffuso tramite Internet 5mila email di scienziati del clima. Le mail sono parte di quelle sottratte all’Università dell’East Anglia nel 2009. Il contenuto delle email è stato ripreso da negazionisti dei cambiamenti climatici e scettici in un ultimo tentativo di screditare la scienza e ostacolare i negoziati Onu sul clima in programma Durban dal 28 novembre al 9 dicembre. Di recente, il rapporto Best finanziato da gruppi negazionisti ha dimostrato che addirittura gli scienziati un tempo scettici sul riscaldamento globale ne riconoscono ora l’evidenza.


Tim Gore, esperto di cambiamenti climatici di Oxfam, dichiara:
Le campagne dei negazionisti dei cambiamenti climatici, ben orchestrate e finanziate, cercano di deviare l’attenzione dai problemi reali. Bisogna evitare che ciò accada. I cambiamenti climatici stanno già rendendo la vita difficile a milioni di persone in tutto il mondo e potrebbero ridurre altri milioni in condizioni di fame e povertà se non si agisce subito. Ancora una volta la credibilità delle ricerche scientifiche sul clima resta intatta nonostante gli sforzi per screditarla”.