La conferenza stampa di Annie Lennox al Palazzo Reale a Milano. Credits: Demostenes Uscamayta Ayar/OxfamItalia

Annie Lennox, Livia Firth, Maurizia Iachino

“Noi donne quando ci ritroviamo per parlare finiamo sempre col metterci in circolo, è  una bella parola, fa pensare a un gruppo dove non ci sono gerarchie. Nel circolo ci sono  donne di differenti ambiti (cultura, arte, spettacolo, moda, editoria, imprenditoria) che insieme si confrontano, si scambiano idee, realizzano progetti concreti per sostenere le donne che vivono in povertà nel mondo”. Annie Lennox, ex voce degli Eurythmics e cantante scozzese di successo da sempre impegnata in progetti sociali, spiega il suo “The Circle “ a sostegno di  Oxfam Italia.


Dei 1,3 miliardi di persone che vivono in estrema povertà nel mondo, più di 2/3 sono donne e ragazze, la maggior parte di loro vive in zone rurali e il 70% dei minori che non hanno accesso all’istruzione sono bambine. “Nel cerchio però  devono essere assolutamente coinvolti anche gli uomini . Devono collaborare, altrimenti si sentono messi da parte ,mentre sono fondamentali  per affrontare insieme il problema della violenza . Il cerchio è la nuova fase del femminismo“.

A Tg1/Fa’ la cosa giusta , ospite a cura di Giovanna Rossiello Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia, e interviste a Annie Lennox e Livia Firth. Guardale  qui