Il lavoro è donna, al via il concorso fotografico

12 Febbraio 2015

 

La locandina del concorso

Raccontare le donne a Firenze e in Toscana, nel mondo del lavoro di oggi: tra disparità di genere, successi ottenuti e traguardi ancora da raggiungere. Parte da qui la sfida lanciata dal concorso fotografico “Il lavoro è donna”, promosso dallo studio LefotodiRiccardo (www.lefotodiriccardo.it) in sostegno di Oxfam Italia. Un concorso che resterà aperto fino al 20 marzo, in cui tutti gli appassionati di fotografia potranno cimentarsi nella rappresentazione artistica di un contesto sociale in cui ancora oggi è presente una delle disuguaglianze più antiche e pervasive, quella fra uomo e donna: un gap di opportunità ancora forte nel mondo lavorativo e nella distribuzione del reddito e dei diritti.


Un concorso che offrirà la possibilità di raccogliere e rappresentare la sfida culturale che ci lancia la storia delle donne e del lavoro, uno straordinario e attualissimo intreccio di relazioni utile alla comprensione della società di oggi e delle evoluzioni dell’immaginario femminile: dallo spazio di una casa ad un viaggio nello spazio, si potranno rendere le infinite declinazioni del lavoro e dei suoi luoghi, dei suoi tempi, delle sue interpretazioni. Insomma un’occasione davvero speciale, che unirà il valore artistico e sociale delle opere che verranno selezionate, con il valore solidale insito nella partecipazione al concorso. L’intero ricavato verrà devoluto infatti alla nostra organizzazione, in sostegno dei progetti di lotta alla povertà e difesa dei diritti delle donne, che realizziamo attraverso la campagna “Con le donne per vincere la fame”.


Il concorso

Il tema, nella libera interpretazione dei partecipanti, potrà essere analizzato in ogni sua forma trasponendo negli scatti luoghi, paesaggi o soggetti utili a restituire una rappresentazione, positiva o negativa del tema del concorso e le sue problematiche. Tanti i premi e le categorie previste: oltre ai primi tre classificati in assoluto, saranno infatti selezionati un vincitore per la categoria “Premio speciale ritratto Riccardo Tarlati” e uno per il “Premio speciale Paesaggio”. Previsto inoltre un premio speciale per il miglior fotografo donna.

Per partecipare è necessario inviare candidatura, quota d’iscrizione e book fotografico entro e non oltre il 20 marzo 2015.


La campagna Con le donne per vincere la fame

La discriminazione di genere è ancora oggi un fattore determinante in termini di disparità nell’accesso al reddito e alle risorse ed è uno dei principali ostacoli alla lotta alla povertà. La concentrazione di reddito e ricchezza nelle mani degli uomini conferisce loro maggiore potere decisionale, limitando l’autorità e la rappresentanza femminile. In parallelo, ancora oggi nel mondo la maggioranza dei lavoratori sottopagati o con occupazioni precarie è composta da donne. Ecco perché, secondo Oxfam, sostenere una donna vuol dire rafforzare la sua autonomia, il suo potere e le sue competenze; aiutando lei e la sua famiglia a uscire dalla povertà e dalla fame. Ancora oggi circa 805 milioni di persone non hanno abbastanza da mangiare e la stragrande maggioranza di questi – 790 milioni – vive in paesi in via di sviluppo, dove il 13,5% della popolazione soffre di malnutrizione. Contesti in cui la scarsa alimentazione provoca la metà dei decessi dei bambini sotto i cinque anni, generando 3,1 milioni di piccole vittime ogni anno. C’è un modo però per rompere questo circolo vizioso: sostenere le donne.  La nostra organizzazione stima infatti che se le donne avessero lo stesso accesso al cibo e alle risorse degli uomini, 150 milioni di persone in meno soffrirebbero la fame nel mondo.