Riccardo Sansone, Coordinatore per gli aiuti umanitari di Oxfam all'Inferno Mud Run

Riccardo Sansone supera l'"Ostacolo Oxfam"

Dal blog del nostro collaboratore Lorenzo Ridi il resoconto dell’Inferno Mud Run, che ha visto protagonista anche Oxfam, con corridori e un ostacolo speciale!


E’ fatta, la prima edizione della Inferno – The Italian Mud Run è andata. E’ stata un successo di presenze con un migliaio di iscritti che alle 13 del 10 maggio sono partiti al Parco dei Renai di Signa per una sfida all’ultimo ostacolo; 16 per l’esattezza, spalmati su un percorso di circa 14 kilometri (dovevano essere 11 ma dalle lingue in terra abbiamo dedotto che fossero di più). La Inferno è una corsa ad ostacoli non competitiva dove prevale la voglia di divertirsi.

L’ostacolo Oxfam
Fango, pozze, idranti sparati in faccia, balle di fieno, un tappeto di copertoni, un passaggio in acqua, il passo del giaguaro, e molto altro hanno dovuto affrontare i cosiddetti mudder per arrivare, fangosi ma felici, al traguardo.  Uno degli ostacoli più difficili da superare è stato quello per il quale Oxfam Italia ha assegnato il premio fair play (poi andato ad un ragazzo olandese che ha aiutato una ragazza a salire): un container di 2,8 m di altezza da superare con il solo aiuto della propria forza di volontà e con la collaborazione degli altri mudder. Il tutto condito dall’ironia dei partecipanti che si sono presentati travestiti nei modi più assurdi. C’erano Mario Bros e Luigi, alcuni che sembravano usciti dal carnevale brasiliano, cappuccetto rosso e il lupo, e tante altre maschere strampalate.
Oxfam, social partner della manifestazione, ha promosso la gara favorendo l’iscrizione di tantissime persone che, usando i codici promozionali di Oxfam, risparmiavano qualcosa sul costo del biglietto e aiutavano l’organizzazione a raccogliere ancora più fondi. Tutti gli iscritti infatti contribuivano a sostenere i diritti delle  donne più povere in Albania, Bosnia Erzegovina, Cambogia, Ecuador, Marocco e Palestina, con parte della quota di iscrizione. La Inferno era infatti per Oxfam l’evento fiorentino della campagna di raccolta fondi Con le donne per vincere la fame, sostenuta in tutta Italia da altre grandi manifestazioni sportive come il Giro d’Italia, oltre che dalla Lega Serie A per la 36ma giornata di campionato. Una campagna sostenuta da tanti campioni dello sport come l’attaccante viola Alessandro Matri, ma anche da personaggi del mondo dello spettacolo e da ambasciatrici come Ilaria D’Amico e Malika Ayane, o come il comico fiorentino Andrea Muzzi, testimonial proprio di questa gara per Oxfam (video). Chi volesse può donare 2 euro con un SMS al 45501.

Per Oxfam hanno partecipato Roberto (Direttore) e Riccardo (Coordinatore per gli aiuti umanitari).  E’ stato bello vedere così tanta gente coinvolta, un sacco di donne che hanno aderito ed un bellissimo clima dato dalla grande voglia di divertirsi. Il connubio sport e solidarietà ha reso tutto ancora più bello.
Grazie agli organizzatori, i volontari e gli sponsor. Alla prossima!