Bilancio sociale 2012

18 Dicembre 2013
Bilancio sociale 2012
Bilancio Sociale 2012. Coltiviamo un futuro senza povertà.

Bilancio sociale 2012

Siamo lieti di presentarvi  il nuovo Bilancio Sociale 2012.

Questo Bilancio sociale rappresenta uno degli strumenti di cui Oxfam Italia si è dotata per farsi conoscere e per dare conto, in maniera trasparente e quanto più chiara e completa possibile, della propria identità e del proprio lavoro a donatori, partner, beneficiari, e a tutti coloro che lo desiderano. Dopo un intervallo di due anni dalle sette precedenti edizioni, il nostro Bilancio sociale si rinnova: non solo nella veste grafica, ma anche nell’impostazione, nei contenuti e nel linguaggio.


Iniziamo così un nuovo percorso di accountability, un percorso avviato all’interno alla confederazione, perché insieme vogliamo diventare un’organizzazione che fa della trasparenza e della capacità di dar conto un tratto distintivo, nella convinzione che questo contribuirà ad aumentare la nostra legittimazione, ma soprattutto la qualità e l’impatto del nostro lavoro a favore

delle persone che ancora oggi nel mondo subiscono l’ingiustizia della povertà.

Il 2012 è stato un anno di svolta. Un anno stimolante, intenso e incoraggiante per le novità che l’hanno caratterizzato, per tutto ciò che Oxfam Italia ha fatto, ma soprattutto per i tanti risultati ottenuti. È stato l’anno in cui siamo entrati a pieno titolo nella confederazione Oxfam, divenendo parte attiva di quel movimento globale per il cambiamento che vede 17 organizzazioni lavorare in più di 90 paesi, per contribuire alla costruzione di un mondo libero dalla povertà e dall’ingiustizia.


È stato l’anno in cui la campagna Coltiva, la nostra campagna globale sul diritto a un buon cibo per tutti, ha portato nel dibattito pubblico i temi delle speculazioni finanziarie sulle derrate alimentari, del landgrabbing (o accaparramento indebito della terra), della responsabilità delle imprese nel non chiudere gli occhi sulle condizioni di tanti produttori e produttrici di piccola scala, dal cui lavoro dipende la possibilità di sfamare larga parte del pianeta.

È stato l’anno in cui abbiamo lanciato l’iniziativa di The Circle: un gruppo di donne visionarie, donne che mettono a disposizione competenze, energia e risorse per altre donne che vivono in condizione di maggiore vulnerabilità.

È stato l’anno in cui l’attenzione dei media verso Oxfam Italia è significativamente cresciuta: numerose sono state le uscite, anche sui principali quotidiani italiani, dedicate al nostro lavoro, ai nostri temi, ai nostri eventi.

È stato l’anno che ha visto crescere la nostra capacità di dialogare con il mondo corporate: abbiamo intensificato le relazioni con alcune aziende già sostenitrici e abbiamo avviato importanti partnership che si sono ulteriormente sviluppate già a partire da quest’anno.


Un 2012 che per questo, e per tanto altro che vi verrà raccontato nelle pagine di questo Bilancio sociale, ci dà entusiasmo ed energia per intraprendere il cammino che abbiamo di fronte a noi, nella piena consapevolezza delle numerose sfide da affrontare e delle altrettanto numerose opportunità che l’appartenere alla famiglia Oxfam ci offre.

Scarica il Bilancio sociale 2012 (in pdf) o sfoglialo direttamente online!