Coltìvati, cambia il mondo a partire da una mela!

16 Ottobre 2013

 


In piena settimana COLTIVA e in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, quale momento migliore per parlare di buon cibo e di sostenibilità? È per questo che oggi, 16 ottobre, Oxfam Italia lancia la prima delle dieci puntate di Coltìvati, una serie di video trasmessi su Donna Modena TV e realizzati dall’agenzia di comunicazione Non Chiederci La Parola. La protagonista dei video è la giornalista e nostra sostenitrice Cristina Gabetti.


 


Tutto comincia da una mela

Nel mondo esistono circa 2000 varietà di mele. Solo in Italia ne abbiamo oltre 1000 ma i metodi di coltivazione e distribuzione di massa hanno ridotto drasticamente la gamma disponibile in negozi e mercati. La selezione delle varietà commerciali dipende principalmente dalla resistenza al trasporto e alla lunga conservazione perché le mele che mangiamo, spesso, fanno un lungo viaggio prima di arrivare sulla nostra tavola, e questo ha un forte impatto sull’ambiente.


Oxfam Italia ha calcolato che di tutte le mele acquistate in Brasile, India, Spagna, Filippine, Regno Unito e Stati Uniti, una su 6 finisce in spazzatura. Se provassimo a non sprecare nemmeno una mela, si risparmierebbero 5,3 miliardi di mele all’anno. In termini di CO2 risparmiate, sarebbe come se in Italia non si usasse una goccia di petrolio per 3 giorni.


La quantità di cibo buttata ogni anno nei paesi più ricchi equivale al cibo prodotto in Africa: quasi 900 milioni di persone al mondo soffre la fame, e la domanda di cibo è in crescita. Tocca a noi ridurre gli sprechi.