ColtivAttrice_Khadija

12 Marzo 2012

Khadija

Khadija, Mediatrice e ColtivATTRICENome: Khadija

Età:45

Città: Arezzo

Professione: Mediatrice Linguistico Culturale e ColtivATTRICE

Mi chiamo Khadija , sono nata a Casablanca, sono sposata e madre di 3 bambini.
Lavoro come mediatrice linguistico culturale nell’ambito sanitario, scolastico, centri per l’impiego e centri per l’ascolto. Ultimamente partecipo al progetto di accoglienza per i profughi africani della Libia facendo mediazioni linguistiche in arabo francese e Inglese: accompagnamento nei diversi servizi e affiancamento al corso di lingua italiana.

Secondo me la sostenibilità è essere disponibile per le persone che hanno bisogno del mio aiuto: infatti il mio lavoro di mediatrice mi da tanta soddisfazione e mi da la possibilità di rendermi utile, di contribuire e realizzare i pari opportunità in un modo sostenibile.

Ci vado convinta più che mai della necessità della nostra responsabilità verso noi stessi e verso gli altri e del nostro dovere di provare a rendere il mondo migliore perché ai giorni d’oggi il mondo peggiora in modo drammatico, quindi cerco sempre di garantire condizioni di benessere alla mia famiglia essendo madre e moglie: secondo un poeta arabo “La madre è una scuola, se è ben preparata costruirà un popolo con ottime basi”.

Il mio modo di consumare

Cerco sempre di consumare in modo corretto mantenendo comunque la qualità. Mi piace sia la cucina Italiana che la cucina marocchina, che è una delle migliori e più variate del mondo e non è particolarmente grassa né speziata: ho avuto l’opportunità di far conoscere la cucina marocchina in diverse occasioni impegnandomi nel raccontare la realtà alimentare del mio paese. Cerco di cucinare in modo sano evitando alimenti nocivi alla salute come patatine fritte,conservanti, bevande gassose , ecc….

Mi piacerebbe organizzare eventi di sensibilizzazione su diverse tematiche che ritengo di maggior importanza ma purtroppo al momento non trovo il tempo per fare l’equilibrio tra il lavoro e la casa visto che i miei bambini sono ancora piccoli e dedico molto tempo al loro… ma in futuro..