Emergenza coronavirus: Trump taglia i fondi all’OMS, la risposta di Oxfam

15 Aprile 2020

Il presidente americano Donald Trump ha annunciato la sospensione dei finanziamenti Usa all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Questa scelta indebolisce la possibilità di dare una risposta globale ed efficace alla crisi Covid-19, fondata sulla solidarietà e sulla cooperazione internazionale, fondamentali per salvare vite umane e ripristinare l’economia globale. Tagliare fondi e speculare su responsabilità e colpe nel mezzo della più importante crisi sanitaria degli ultimi decenni significa sprecare tempo e non intervenire per salvare vite e risparmiare le persone da miseria e povertà.

Noi di Oxfam intensifichiamo sempre di più gli sforzi per rispondere alla crisi in più di 50 paesi in tutto il mondo. Ci rendiamo conto in prima linea che per salvare vite servono un forte coordinamento e un piano di azione globale.

Nessun individuo, comunità o Paese può affrontare questa crisi da solo. La pandemia non conosce frontiere, dobbiamo lavorare insieme, nelle nostre comunità e oltre i confini. Nessuno è al sicuro, se non lo siamo tutti.

Siamo consapevoli che l’emergenza sanitaria è ormai pressoché globale e amplifica le disuguaglianze estreme che attraversano il pianeta: il divario tra i più ricchi e i più poveri, tra paesi ricchi e paesi poveri, tra donne e uomini.

Per questo chiediamo ai leader del G20 l’accesso gratuito alle cure sanitarie. Per tutti.