Oxjam – Music for a change!

17 Aprile 2013
Cerchi pubblico per la tua musica? Noi ti diamo tutto il mondo!

OXJAM: Music for a change!

Nasce in Italia OXJAM: Music for a change! Un’opportunità unica per chi vuole fare musica e allo stesso tempo impegnarsi contro fame, povertà e ingiustizie, sostenendo le cause di Oxfam Italia. Saturnino tra i primi sostenitori!


Prestare la propria voce a chi non può gridare le ingiustizie sociali del pianeta: è questo il primo obiettivo di “Oxjam – Music for a change”, il progetto musicale per dj e band italiane che possono esibirsi e suonare da aprile fino al 15 luglio, sostenendo le cause di Oxfam Italia, impegnandosi in una raccolta fondi e partecipando all’assegnazione di premi che aiutano a fare altra musica.


Il meccanismo di Oxjam è semplice: ci si iscrive su www.oxfamitalia.org/oxjam, registrando tutti i dati della band/dj. Non ci sono limiti di genere, né di altro tipo, è sufficiente la voglia di impegnarsi contro la povertà globale e la passione per la musica.

Dopo l’iscrizione, ogni band/dj avrà la possibilità di scaricare video, materiali e informazioni utili per organizzare concerti e dj set. A ciascuno infatti è richiesto di esibirsi in quante più occasioni possibili, anche organizzate ad hoc, in piccoli set privati, o in festival e locali, in piazze e giardini, con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico alle cause di Oxfam Italia e organizzare una raccolta fondi a favore della campagna “Coltiva. Il cibo. La vita. Il pianeta” che intende sostenere un movimento mondiale per assicurare a tutti cibo a sufficienza, soprattutto migliorando le condizioni di vita di migliaia di contadini del sud del mondo.

Oxjam ha già raccolto l’adesione di nomi importanti del panorama musicale: Saturnino, bassista di Jovanotti e coautore di grandi hit come Ombelico del mondo, Penso positivo e Baciami ancora; Alessio Pizzicannella, fotografo di Neil Young, Rolling Stones, Metallica, R.E.M., U2, Coldplay, Oasis, Negrita, per Times, Rolling Stone, Guardian, Observer; Adele di Palma, prima manager di Fabrizio De Andrè di cui ha curato la prima tournée, tra i suoi management e collaborazioni: Gianna Nannini, Daniele Silvestri, Samuele Bersani, John De Leo, Ivano Fossati. Sono loro i primi “ambasciatori” del messaggio di impegno di Oxjam, e grazie alla loro professionalità e disponibilità, Oxjam premierà dj e band più “virtuose” – coloro che riusciranno a mobilitare più persone con la raccolta fondi più ampia – e le più “talentuose” – coloro che si misureranno con un pezzo scritto ad hoc sulla campagna Coltiva – con premi che fanno carriera: un provino con Adele di Palma, una photo session con Alessio Pizzicannella, una cena-confronto con Saturnino, un viaggio in Bosnia a visitare le attività di Oxfam con un’esibizione a Sarajevo, la produzione di un CD e infine un’esibizione a Londra.

La giuria che assegna i premi è composta da rappresentanti di Oxfam Italia e del settore musicale, tra i quali Saturnino, Adele di Palma, Mauro Valenti (direttore artistico di Arezzo Wave Love Festival), Gianni Santoro (Repubblica XL).


Sin dall’inizio Oxfam a livello internazionale si è legata alla musica con un binomio forte quanto naturale: Radiohead, Coldplay, Annie Lennox sono alcuni degli “ambassadors” della ONG. Anche in Italia Oxfam, seppure con una breve vita, ha già stretto relazioni importanti nel mondo della musica e dello spettacolo, amplificando il ruolo cruciale della ONG nell’impegno verso uno sradicamento delle cause dell’ingiustizia della povertà e verso un miglioramento della vita di migliaia di persone con interventi innovativi e concreti attraverso programmi di sviluppo, interventi di emergenza in occasione di crisi umanitarie, attività educative e campagne di opinione.