Progetto TEAMWORK

3 Dicembre 2020

Sistemi per contrastare le molestie sessuali sul posto di lavoro

TEAMWORK è un progetto finanziato dalla Commissione Europea, che prende il nome dal titolo esteso: CombaT sExuAl harassment in the WORKplace. Nato per rafforzare i sistemi di contrasto alle molestie sessuali sul posto di lavoro, ha l’obiettivo di creare una cultura di tolleranza zero a questo fenomeno nei contesti lavorativi e nelle reti aziendali, organizzative e istituzionali.

Il contesto italiano ed europeo

In Italia 1 milione e 404 mila donne nel corso della loro vita lavorativa hanno subito molestie fisiche o ricatti sessuali sul posto di lavoro, rappresentando l’8,9% delle lavoratrici attuali o passate, incluse le donne in cerca di occupazione.

Molestie e abusi sessuali sul posto di lavoro assumono molte forme e possono esser perpetrati da un collega, un capo, un utente o cliente. L’identificazione dei metodi per prevenire e affrontare questo fenomeno richiede sforzi congiunti, politiche e pratiche comuni per migliorare il proprio contesto organizzativo e prevenire ogni forma di discriminazione, abuso, molestia. Negli ultimi anni, in Europa sono state denunciate molestie sessuali sui luoghi di lavoro che coinvolgono 2,5 milioni di lavoratori (circa l’1% della forza lavoro complessiva). Tali dati sono mascherati dai condizionamenti sociali delle vittime, che spesso per paura di ritorsioni o di aggressioni, non parlano delle molestie subite: solo il 4% delle persone che hanno subito molestie lo raccontano ai colleghi o ai responsabili. È molto probabile quindi che il fenomeno abbia una portata ben superiore a quella registrata.

Il progetto

TEAMWORK mira a rafforzare la lotta contro le molestie sessuali sul luogo di lavoro in Grecia, Bulgaria, Spagna e Italia, sensibilizzando i lavoratori e le lavoratrici e consentendo ai professionisti e alle professioniste, ai dirigenti e alle dirigenti delle risorse umane di introdurre o rafforzare percorsi di prevenzione e misure per proteggere le vittime del fenomeno, di ogni genere e ad ogni livello.

TEAMWORK ha quindi lo scopo di:

  • Consentire ai professionisti e alle professioniste delle risorse umane, ai dirigenti e alle dirigenti di rivedere le politiche del personale e introdurre misure efficaci per prevenire e affrontare le molestie e gli abusi sessuali sul posto di lavoro
  • Sensibilizzare i lavoratori e le lavoratrici sui loro diritti e doveri
  • Aumentare l’attenzione delle parti interessate sulla questione, impegnandole a stabilire una rete di sicurezza per le vittime di molestie e abusi sessuali sul posto di lavoro
  • Informare e migliorare la consapevolezza pubblica sul fenomeno.

Le attività

Dal 2018 Oxfam Italia ha implementato un Sistema di Safeguarding per garantire la protezione e la risposta a molestie, abusi e maltrattamenti di dipendenti, volontari, beneficiari e partner dei propri programmi, al fine di garantire la tutela dei diritti di tutti e tutte in un ambiente di lavoro sicuro. Oxfam è dotata inoltre di un codice di condotta firmato da tutto il personale per prevenire e promuovere comportamenti in linea con valori e principi di riferimento.

Grazie a questa esperienza Oxfam Italiain collaborazione con i partner del progettosta implementando attività di ricerca e sviluppando linee guida e curricula per formazioni in aula e online per miglliorare competenze sul tema del contrasto alle molestie sessuali sul luogo di lavoro: 

  • saranno organizzati training rivolti a professioniste e professionisti (manager delle risorse umane, supervisori, team leader e dirigenti) per aumentare le competenze interne per il riconoscimento, la gestione dei casi e la tutela delle vittime e corsi di sensibilizzazione per il personale, volti alla comprensione dei diritti e dei meccanismi di segnalazione di eventuali casi di condotta inappropriata;
  • le organizzazioni partner del progetto creeranno uno strumento di autovalutazione online tematico rivolto a professionisti e professioniste delle risorse umane e dirigenti senior per definire come l’azienda e/o l’organizzazione rispondono al problema ed eventualmente possono migliorare, fornendo un kit di strumenti su come rivedere le politiche del personale;
  • verrà sviluppata una piattaforma online che includerà consulenze professionali e meccanismi legali per combattere le molestie sessuali sul posto di lavoro, come la creazione di reti di sicurezza per le vittime di molestie e abusi sessuali sul posto di lavoro.

I risultati attesi

Il progetto prevede:

  • la stesura di quattro report nazionali – ogni paese partner identificherà le lacune e le esigenze nazionali in termini di prevenzione e lotta contro le molestie sessuali sul posto di lavoro, per sviluppare adeguatamente i corsi di formazione per i professionisti e le professioniste, i dipendenti e le dipendenti delle risorse umane;
  • l’elaborazione di linee guida e curricula dei seminari e training per sviluppare le competenze dei manager delle risorse umane, supervisori, team leader e dirigenti al fine di prevenire e affrontare le molestie sessuali sul posto di lavoro;
  • la definizione di un programma di formazione sulla consapevolezza dei diritti e degli obblighi per i lavoratori e le lavoratrici per proteggere se stessi e i loro colleghi e colleghe quando identificano casi di molestie sessuali sul posto di lavoro;
  • la messa online di una piattaforma per i professionisti delle Risorse Umane per consentire alle aziende di valutare autonomamente la propria capacità in termini di sistemi di riconoscimento, prevenzione e protezione. Le aziende che completano con successo il test di autovalutazione otterranno un adesivo “sicurezza senza molestie”. Quelli con punteggi di valutazione bassi avranno accesso a linee guida e suggerimenti per migliorare le loro politiche e pratiche;
  • la messa online di una piattaforma per le vittime di molestie sessuali sul posto di lavoro dove poter trovare procedure legali, buone pratiche e servizi di supporto.

 

 

I partner del progetto al nostro fianco

KMOP – Social Action and Innovation Centre

KMOP – Social Action and Innovation Center, situata ad Atene, è un’organizzazione senza scopo di lucro, fondata nel 1977, con una vasta esperienza nel supporto di gruppi vulnerabili e svantaggiati. La sua visione è quella di creare un mondo basato sui valori di integrità, crescita sostenibile e benessere individuale. Oltre a fornire servizi sociali in maniera diretta (salute mentale, anti-tratta, prevenzione al bullismo, contrasto alla povertà), le sue competenze riguardano la progettazione e l’attuazione di iniziative sociali di impatto e innovative nei settori dell’istruzione, dei diritti umani, dell’occupazione, dell’assistenza, del benessere, della ricerca scientifica e dello sviluppo di conoscenze in materia di politica sociale, con l’obiettivo di costruire comunità resilienti con pari opportunità per tutti. Negli ultimi 15 anni KMOP ha realizzato oltre 280 progetti internazionali e oltre 200 progetti nazionali, supportando 20.000 beneficiari. KMOP è il coordinatore del progetto di TEAMWORK e responsabile delle attività di diffusione e comunicazione del progetto.

Adecco – Adecco Formazione SRL

Il gruppo Adecco è leader mondiale nelle soluzioni per le risorse umane, con un’offerta di servizi completa che comprende la selezione di personale a chiamata ed a contratto, outsourcing, assunzioni permanenti, servizi di ricollocamento e carriera, formazione e consulenza. Ha lìobiettivo di avere un impatto positivo sul successo e sul benessere di individui, famiglie e società e per questo decide di incoraggiare l’inclusione nella forza lavoro e nella società delle persone svantaggiate. Adecco Training Italia (Mylia), 100% Gruppo Adecco è responsabile delle attività finanziate dall’UE per il gruppo, fungendo da punto di riferimento per l’analisi, la consulenza e la progettazione di programmi nel campo dell’innovazione, dell’occupazione e delle competenze digitali. Grazie alle attività finanziate dell’UE, il Gruppo ha acquisito una posizione europea.  Tra le tematiche affrontate da progetti recenti troviamo:

  • Integrazione rapida nel mercato del lavoro per migranti e rifugiati
  • Occupazione e inclusione nel mercato del lavoro
  • Competenze digitali e mancata corrispondenza delle competenze
  • Ingegneria R&S

CSCD – Center for Sustainable Communities Development Foundation

Center for Sustainable Communities Development è un’organizzazione indipendente e non governativa di pubblica utilità, fondata nel 1994 da donne professioniste attive sotto il nome di Gender Project for Bulgaria Foundation. Ha vinto il riconoscimento come gruppo Advocacy che lavora per:

  • Sensibilizzare la società bulgara sulle questioni relative alla parità di genere
  • Aumentare la consapevolezza della società civile contro la violenza sulle donne a casa e sul posto di lavoro
  • Modificare la legislazione per proteggere donne e bambini vittime di violenza domestica
  • Educare i bambini e i giovani ai diritti umani e alle normative nazionali e internazionali che garantiscono tali diritti
  • Coinvolgere i media nel dibattito sulle questioni di genere
  • Acquisire pratiche di successo da ONG straniere e adattarle adeguatamente e con professionalità alla realtà bulgara
  • Promuovere e incoraggiare le donne ad avviare un’attività in proprio
  • Ottenere una partecipazione più attiva delle donne alla vita politica e al processo decisionale e creare una lobby femminile nazionale.

SURT – Fundació de Dones

SURT è una fondazione femminista con sede a Barcellona, che lavora con le donne e per le donne dal 1993. È impegnata nello sforzo femminile di costruire una società paritaria, libera dalla violenza di genere. L’associazione lavora per rendere effettivi i diritti economici, sociali e culturali delle donne e si concentra sul sostegno all’empowerment delle donne, promuovendone l’autonomia e la leadership. Per raggiungere questo obiettivo, SURT opera nei seguenti settori: empowerment economico, empowerment personale, empowerment basato sulla comunità e empowerment socio-politico. Ha una vasta esperienza nella ricerca, negli interventi di prevenzione e contrasto alla violenza di genere e alle discriminazioni di genere in ambito pubblico e privato.