Safeguarding & Ethics

Il nostro impegno nella prevenzione e risposta agli episodi di violazione del Codice di Condotta.

38 - BLOCCO TESTO + IMG E IMG + TESTO
safeguarding oxfam italia

Come proteggiamo le persone

Ci impegniamo quotidianamente per migliorare il nostro sistema di tutela. Riteniamo che la creazione di un ambiente sicuro sia fondamentale; per questo, ci assicuriamo che chi collabora con noi (staff, volontari/e e partner) comprenda i nostri valori e sia costantemente coinvolto/a in percorsi di formazione riguardo il sistema Oxfam di prevenzione, risposta e gestione di molestie, abusi, violenze e sfruttamento sessuale. Allo stesso tempo, il nostro approccio “survivor-centred” promuove la creazione di un ambiente in cui le persone sopravvissute si sentano al sicuro e abbiano i mezzi adeguati per esprimersi senza timori.

Inoltre, riteniamo che solo essendo aperti e trasparenti sui rischi possiamo affrontarli insieme: nessuna organizzazione in nessun settore potrà mai affermare di essere del tutto esente dal rischio di abusi e molestie. Noi continueremo a lavorare sulla prevenzione e a gestire eventuali casi con la maggior cura, efficacia ed efficienza possibili e cercheremo di fornire alle persone sopravvissute il ​​miglior supporto possibile in ogni fase.

Il nostro sistema di tutela si basa su quattro elementi fondamentali, ognuno imprescindibile:

  • Codice di Condotta, sottoscritto da tutto lo staff dell’organizzazione e da coloro che vi collaborano a vario titolo, che definisce una serie di principi-chiave e disciplina i comportamenti di tutti coloro che collaborano con Oxfam;
  • Formazione e sensibilizzazione di ogni persona che lavora con e per Oxfam Italia sul tema delle molestie e abusi sessuali sul luogo di lavoro per proteggere le persone con cui lavoriamo da ogni forma di abuso, maltrattamento e violenza: vogliamo creare una cultura di tolleranza zero nei confronti del fenomeno.
  • Procedure di Safeguarding , un decalogo di standard, “10 core standards”, e una procedura operativa sulla gestione dei casi (Standard Operating Procedure) che definiscono meccanismi e responsabilità per la tutela di tutti coloro che a vario titolo entrano in contatto con la nostra organizzazione.
  • Responsabilità chiare e un approccio “survivor centered”.

Safeguarding & Ethics

È il team che si occupa di formazione sui temi del Safeguarding e delle molestie, e che svolge nel contempo la funzione di coordinamento delle azioni e la funzione di focal point all’interno dell’organizzazione.

Oxfam Italia ha al proprio interno una Safeguarding Lead e due Focal Point. Il nostro Safeguarding team monitora policy e procedure, si occupa di formazione e sensibilizzazione, di gestione interna dei casi e di eventuale referral ai servizi sul territorio.

Inoltre, parte del team è impegnata nell’implementazione di progetti di contrasto alle molestie sui luoghi di lavoro, che prevedono azioni di sensibilizzazione e formazione al fine di diffondere e rafforzare sul territorio la cultura del rispetto e della tutela da comportamenti inappropriati sui luoghi di lavoro.

5 - Full width (title + content)

CHI SIAMO

12 - Accordion

Esplora le sezioni di approfondimento

Garantire che le persone sopravvissute possano denunciare molestie e/o abusi in modo riservato e che ricevano il supporto di cui hanno bisogno è fondamentale. Sappiamo che segnalare eventuali molestie e/o abusi può risultare doloroso e traumatico; per questo, ci impegniamo affinché i/le sopravvissuti/e abbiano spazi e modi adeguati per esprimersi.Con questo obiettivo, stiamo rendendo il sistema sempre più accessibile, concentrandoci sulle esigenze e sulla tutela delle persone sopravvissute: oxfamitalia.org/segnalazioni

Stiamo lavorando per rafforzare l’analisi e la gestione dei rischi e per garantire che tutti/e coloro che sono coinvolti nei nostri programmi possano parteciparvi in modo sicuro. L’approccio, noto come “Safe Programming”, include momenti di analisi, formazione e accompagnamento all’utilizzo degli strumenti necessari per il nostro staff e per i partner.

In particolare, ci stiamo assicurando che tutte le aree della nostra organizzazione e dei partner che lavorano con le comunità a cui ci rivolgiamo effettuino un’attenta analisi dei rischi connessi al proprio lavoro e si occupino della definizione e implementazione di strumenti adeguati e funzionali alle diverse realtà e comunità.

Oxfam ha creato il “Safeguarding Shared Service”, un servizio condiviso di salvaguardia globale gestito in collaborazione da tutte le affiliate Oxfam.

Oxfam ha introdotto un nuovo database per la rilevazione elettronica di tutti i casi. Questo database centralizzato viene utilizzato da tutte le affiliate Oxfam: stiamo lavorando insieme per garantire che tutti seguano le stesse procedure e adottino gli stessi standard.

Ci impegniamo a rendere accessibili i nostri progressi verso il miglioramento del sistema di Safeguarding in Oxfam, come parte del nostro impegno alla trasparenza e alla accountability. Oxfam pubblica ogni sei mesi un report relativo ai progressi effettuati per migliorare il nostro sistema di Safeguarding e divulga i dati globali relativi alla gestione dei casi in riferimento allo stesso periodo. Segui il link (Improving safeguarding and culture at Oxfam) per accedere al sito web di Oxfam International e avere accesso ai report recenti e passati.

Ci impegniamo inoltre a fornire report e informazioni periodiche ai nostri donatori, che monitorano costantemente i nostri sistemi di salvaguardia.

Stiamo inoltre lavorando con il più ampio settore delle organizzazioni internazionali per l’implementazione di un sistema di referenze incrociate che rendano più tutelanti i nostri processi di recruitment. Nel 2019 è stato avviato l’Inter-Agency Misconduct Disclosure Scheme” con l’obiettivo di far fronte al problema dei i perpetratori di molestie e abusi che si spostano all’interno e tra le diverse agenzie di sviluppo e di aiuto umanitario. Lo Scheme cerca di complementare, piuttosto che sostituire, le procedure già esistenti e mira ad individuare i perpetratori di molestie e abusi che sono stati già soggetti a misure di disciplinari o coloro che sono oggetto di indagini in corso. Il sistema non contiene informazioni sensibili relative a casi specifici; piuttosto, facilita la creazione di un sistema di scambio bilaterale di informazioni sugli eventuali comportamenti inappropriati dei/delle candidati/e, tra chi si occupa della selezione e i precedenti datori di lavoro.

Sappiamo che contrastare abusi e sfruttamenti nei nostri programmi non è abbastanza: è importante che i valori di Oxfam siano il fondamento dell’organizzazione stessa. Ciò è possibile rendendo tali valori parte integrante dei nostri comportamenti e promuovendo un cambiamento delle strutture di potere, essendo spesso queste ultime alla base di episodi di molestie o altri casi di abuso.

Riteniamo fondamentale che il nostro staff comprenda e condivida i nostri valori. Per questo è obbligatorio – nel processo di selezione del personale e nei relativi colloqui – porre ai candidati domande riguardo i valori di Oxfam (What we believe), i sistemi di tutela e i Principi Femministi.

Inoltre, ci impegniamo a sensibilizzare ulteriormente lo staff di Oxfam Italia riguardo ciò che consideriamo comportamenti inappropriati. La formazione sui temi del Safeguarding è obbligatoria per tutto lo Staff Oxfam in qualsiasi luogo, e per chiunque collabori con Oxfam a vario titolo è obbligatorio leggere e comprendere e sottoscrivere il Codice di Condotta all’inizio della collaborazione.

Riteniamo fondamentale la trasparenza riguardo il nostro operato e i nostri progressi in termini di Safeguarding. Ci impegniamo per facilitare l’accesso a tali informazioni assicurando che la reputazione dell’organizzazione non occupi mai un posto di maggior rilievo rispetto alla sicurezza delle persone.

Sul Bilancio Sociale vengono riportate ogni anno le informazioni relative all’operato di Oxfam Italia in ambito di Safeguarding & Ethics.

Clicca su questo link per avere accesso all’Integrity Report pubblicato da Oxfam International con cadenza semestrale sui progressi della Confederazione nell’ambito del Safeguarding.

38 - BLOCCO TESTO + IMG E IMG + TESTO
come aprire una segnalazione safeguarding

Fai sentire la tua voce

Oxfam Italia incoraggia il proprio staff, le persone con cui lavora, i tirocinanti, i volontari e i partner a segnalare eventuali episodi di comportamento inadeguato in ambito lavorativo, senza alcun timore di subire ritorsioni e nella consapevolezza che chi segnala un comportamento scorretto sarà protetto da sanzioni e dall’essere considerato/considerata o presentato/presentata come una vittima.

I casi sospetti o conclamati di safeguarding o di frode o corruzione possono essere segnalati rivolgendosi ai focal point del Safeguarding and Ethics team oppure:

Le segnalazioni ricevute saranno trattate con la massima riservatezza e condivise solo con i membri del team preposto alla gestione e alla protezione delle persone in contesti lavorativi. Chi segnala può scegliere di restare nell’anonimato.

I dati saranno trattati nel rispetto della normativa in materia di privacy (Regolamento UE 2016/679 e s.m.i) e dei princìpi di correttezza, di liceità, di trasparenza e di tutela della riservatezza e dei diritti.  Clicca qui per prendere visione dell’informativa completa per il trattamento dei dati.

Per maggiori informazioni: [email protected]

segnalazione safeguarding Oxfam Italia

Cosa avviene in seguito a una segnalazione

Quando si riceva una segnalazione è necessario seguire una procedura chiara che ne permetta la gestione; è importante, peraltro, che coloro che gestiranno il caso siano persone con competenze adeguate.

Riteniamo che principio fondamentale della gestione di una segnalazione sia la riservatezza. È essenziale che la riservatezza sia mantenuta durante l’intero processo e la violazione della riservatezza può comportare un’azione disciplinare.

Nel caso in cui si ritenga opportuno condurre un’indagine, lo scopo dell’indagine sarà valutare oggettivamente ciò che è accaduto, raccogliere evidenze e determinare se il caso si sia o meno verificato. Questo permetterà a chi di dovere (management e HR) di intraprendere le azioni necessarie a seconda dell’esito dell’indagine e della gravità del caso.

5 - Full width (title + content)

Ci impegniamo ad utilizzare le informazioni in modo responsabile. Il nostro lavoro è guidato dai principi sulla privacy. Per maggiori informazioni, puoi consultare l’informativa sulla privacy qui.

30 - L - Heading and Content

unisciti a noi!

    emergenza Ucraina - aiuta i civili in fuga

    PROTEGGI LE FAMIGLIE IN FUGA DALL'UCRAINA

    Aiuta i civili in fuga

    dona ora