WEMIN: Empowering e mentoring per donne migranti e rifugiate

10 Aprile 2019

Di cosa hanno bisogno le donne migranti?

Empowerment e mentoring per donne migranti e rifugiate125 donne migranti o rifugiate hanno partecipato a un questionario strutturato e distribuito in ciascun paese partner del progetto WEMIN (Irlanda, Svezia, Portogallo, Spagna, Francia, Germania, Italia e Grecia) al fine di analizzare i bisogni delle donne in termini di inclusione sociale.

Le loro risposte hanno evidenziato l’influenza di due fattori per la loro inclusione: il contesto di arrivo e il motivo per cui hanno lasciato il proprio paese di origine.

Le principali esigenze segnalate dalle donne intervistate sono le seguenti:

  • Ricevere un supporto linguistico per comprendere dottori e infermieri in ospedale
  • Essere orientate a corsi professionali per avere una riqualificazione nel nuovo contesto
  • Comprendere in maniera completa come funzionano i servizi per l’immigrazione: rinnovo documenti, richiesta di asilo, di cittadinanza
  • Avere più informazioni sulla salute sessuale e riproduttiva, sulla prescrizione di medicine (comprendere quali prendere e quando necessario)

Grazie alle attività di orientamento e mentoring realizzate dai 9 partner del progetto le donne migranti e rifugiate coinvolte riceveranno delle risposte alle necessità riportate.

Come WEMIN ha cambiato la vita delle donne coinvolte?

Le donne si sono aperte alla società di accoglienza, hanno costruito amicizie, si supportano a vicenda e hanno sviluppato curiosità per la nuova società e la loro nuova città.

Sorridono di più, hanno acquisito più fiducia in se stesse e il loro senso di appartenenza è cresciuto. Naturalmente, hanno migliorato le loro abilità linguistiche per interagire con la comunità locale e continuare ad apprendere.

Scopri le attività realizzate nel mese di marzo
Accanto alle donne migranti e rifugiate in Europa

 
 
 
 
WEMIN è stato finanziato con il sostegno della Commissione Europea attraverso il Fondo Asilo, migrazione e integrazione (AMIF) ai sensi dell’accordo n. 776211.