RINNOVO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, EMILIA ROMANO NUOVA PRESIDENTE DI OXFAM ITALIA

8 Luglio 2021

“Le sfide per i prossimi mesi e anni sono la lotta a povertà e alle disuguaglianze in Italia. Contrastare gli effetti della pandemia nei paesi poveri, assicurando acqua pulita, servizi igienico-sanitari e una vita dignitosa a quante più persone possibile”

Si rinnova il Consiglio di amministrazione di Oxfam Italia, l’associazione umanitaria che fa parte della confederazione internazionale Oxfam. Un movimento globale di persone che lavorano in Italia e in 68 paesi del mondo per combattere la disuguaglianza ed eliminare l’ingiustizia della povertà, con progetti di aiuto allo sviluppo e interventi diretti a portare acqua pulita e servizi igienici alle popolazioni colpite dalle più gravi emergenze umanitarie, aggravate oggi dalla pandemia.

Lo scorso 2 luglio l’Assemblea dei soci di Oxfam Italia ha eletto come nuova Presidente Emilia Romano, da oltre 30 anni impegnata nel settore no-profit con organizzazioni come Greenpeace, Save the Children e UNHCR; fondatrice e direttrice della sede italiana di HelpAge, associazione che si occupa della tutela dei diritti degli anziani in Italia e nel mondo.

Nella stessa seduta è stato rinnovato e ampliato il consiglio direttivo, che passa da 7 a 9 membri e sarà composto da: Sabina Siniscalchi, Presidente uscente di Oxfam Italia ed ex componente del Consiglio di amministrazione di Banca Etica; Filippo Bartalesi, medico e dirigente dell’azienda ospedaliero-universitaria di Careggi a Firenze; Ambrogio Brenna, esperto di responsabilità sociale di impresa, ex-sindacalista e Assessore Regionale allo Sviluppo Economico della Regione Toscana;  Cecilia Brighi, Segretaria Generale dell’Associazione Italia-Birmania. Insieme APS;  Alessandra Maggi, ex Presidente dell’Istituto degli Innocenti di Firenze; Livia Marinetto, esperta di pianificazione economica degli enti locali e già dirigente di enti locali; Tommaso Olmastroni, esperto di sistemi digitali e sicurezza informatica, attualmente Senior Security System Engineer per SCAI Puntoit; Bianca Maria Pomeranzi, ex Responsabile delle politiche di genere e sviluppo delle istituzioni internazionali per la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del MAECI.

In continuità con l’indirizzo del Consiglio di amministrazione uscente, l’organizzazione conferma il suo impegno per contrastare le disuguaglianze e la povertà che nel nostro paese e a livello globale si sono aggravate con la pandemia; e soccorrere le popolazioni colpite dalle più gravi emergenze umanitarie del nostro tempo.

Nell’accettare il nuovo incarico come Presidente di Oxfam Italia, Emilia Romano ha dichiarato:

“Come fotografato dal nostro ultimo rapporto annuale sullo stato delle disuguaglianze, l’impatto della pandemia ha acuito fortissime disparità e fragilità già esistenti: le 1.000 persone più ricche del mondo hanno recuperato in appena nove mesi tutte le perdite che avevano accumulato per l’emergenza Covid-19, mentre i più poveri per riprendersi dalle catastrofiche conseguenze economiche della pandemia potrebbero impiegare più di 10 anni. In Italia 10 milioni di nostri concittadini non avevano risorse per resistere all’emergenza e oggi oltre 2 milioni di famiglie vivono sotto la soglia di povertà. Allo stesso tempo gran parte della popolazione nei paesi più poveri in questo momento sta facendo i conti con l’impatto devastante del virus senza aver accesso a cure e vaccini. Ebbene proprio alle fasce più deboli e a rischio esclusione della popolazione sia in Italia che nei paesi in via sviluppo è rivolto il nostro aiuto e lo sarà sempre di più nei prossimi anni. Un impegno che avrà alcuni obiettivi precisi: combattere le disuguaglianze e contribuire a sconfiggere la povertà estrema, raggiungendo più persone possibile e tutelando i diritti delle donne che per prime possono essere attrici del riscatto delle loro comunità”.

Oltre 19 milioni di persone raggiunte nell’ultimo anno

“Oxfam Italia è diventato un attore importante e autorevole all’interno della società civile italiana come parte di una confederazione che solo nell’ultimo anno ha aiutato oltre 19,5 milioni di persone nel mondo. –  continua Romano – Un impegno che in Italia è reso possibile grazie al sostegno di oltre 150 mila cittadini che sono diventati nostri donatori, attivisti, volontari e firmatari di petizioni. Una crescita che ci ha consentito di intensificare il lavoro di lotta alla povertà anche nel nostro paese dove, in collaborazione con la Diaconia Valdese e tanti partner, ogni giorno siamo impegnati nelle periferie di 12 città italiane a fianco di migliaia di famiglie in difficoltà e di tanti giovani che devono fare i conti con il difficilissimo periodo attraversato dal mondo della scuola dallo scorso marzo. Per questo un grande ringraziamento va al Consiglio di Amministrazione e alla Presidente uscente Sabina Siniscalchi, che nell’arco del suo mandato ha saputo offrire un importante contributo alla crescita dell’organizzazione e che, come membro del CDA, continuerà ad aiutarci nella costruzione e nel rafforzamento di importanti relazioni e partnership, con l’obiettivo di rendere l’azione di Oxfam Italia sempre più influente ed efficace”

Dai traguardi raggiunti agli impegni per il futuro

Grazie ai progetti di aiuto allo sviluppo e lotta alla povertà realizzati da Oxfam Italia, assieme alle altre affiliate della confederazione Oxfam, dallo scoppio dell’emergenza Covid è stato possibile garantire acqua pulita, servizi igienico sanitari sicuri, cibo e beni di prima necessità a quasi 15 milioni di persone colpite dalle più gravi crisi umanitarie e carestie in paesi stremati come Yemen, Siria, Iraq, Territori Occupati Palestinesi, Libano. Un lavoro che si è intensificato proprio per contenere il contagio e gli effetti del Covid19, in paesi del tutto impreparati.

Il nuovo il Consiglio di amministrazione di Oxfam Italia – Biografie