Emergenza fame. AGIRE e #nonsenzadite

26 aprile 2017
30 milioni di persone rischiano di morire di fame. Aiutiamole.

Allarme fame in Africa: interveniamo con AGIRE e #nonsenzadite

A 50 anni dalla carestia del Biafra, è ancora una volta allarme fame in Africa. I dati sono spaventosi, e purtroppo non accennano a migliorare: 30 milioni di persone in Sud Sudan, nel bacino del Lago Chad e nel Corno d’Africa non hanno cibo e acqua sufficienti per sopravvivere.

Più di 1,5 milioni di bambini sono a rischio imminente di morte per denutrizione, malnutrizione e malattie correlate.

Cosa sta succedendo in Africa Centro Orientale

Corno d’Africa

La siccità ha provocato la morte dell’80% del bestiame, principale fonte di sostentamento della popolazione. Le ultime due stagioni delle piogge, a causa del passaggio di El Niño, sono state quasi inesistenti e la terra ha smesso di dare frutti. Intere comunità non hanno di che sfamarsi:

  • Somalia. La carestia del 2011 provocò 260.000 morti. Quella di oggi potrebbe essere ancora peggiore: 6,2 milioni di persone necessitano di assistenza umanitaria urgente e i casi di colera si moltiplicano: nel 2017 sono già oltre 18,000.
  • Il governo ha dichiarato l’emergenza nazionale siccità.
  • Etiopia, tra i paesi più colpiti dagli effetti di El Niño: 5,6 milioni di persone hanno bisogno di assistenza alimentare nei prossimi tre mesi.

Sud Sudan

La siccità ha aggravato ulteriormente gli effetti del conflitto, ripreso nel 2013. Quasi 275.000 bambini sono a rischio di morire di fame. In totale 4.9 milioni di persone hanno bisogno di assistenza alimentare urgente. Siamo direttamente sul campo per sostenere la popolazione nel suo sforzo di sopravvivenza.

Lago Chad

Nella regione, che comprende parte della Nigeria, Niger, Camerun e Chad, gli attacchi di Boko Haram hanno causato 2,3 milioni di sfollati. 10,7 milioni di persone hanno bisogno di cibo, acqua e assistenza. Ogni giorno lavoriamo per assicurare acqua e cibo, assistendo gli sfollati.

La campagna NON SENZA DI TE

AGIRE, di cui facciamo parte, lancia la campagna NON SENZA DI TE, per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla gravità della crisi, ancora ignorata in Italia, e sostenere gli interventi umanitari nei paesi più colpiti.

Ci facciamo portavoce delle milioni di persone senza cibo, acqua e forze, perché il mondo non le lasci sole.

Insieme alle altre organizzazioni facenti parte di AGIRE siamo in prima linea nei paesi più colpiti, dove ogni giorno portiamo acqua, cibo, assistenza ai più vulnerabili come donne e bambini. L’obiettivo è salvare almeno 500mila persone. C’è bisogno del sostegno di tutti per non arrivare troppo tardi.

Morire di fame nel terzo millennio è una vergogna per l’umanità intera.

Fare qualcosa è possibile, ma NON SENZA DI TE!