Figlio di nessuno

Figlio di nessuno

Alla 50 Giorni, giornata clou del Balkan Florence Express


La tavola rotonda Il secolo di Sarajevo (ore 10 – 13) Anteprima del film collettivo I ponti di Sarajevo (ore 16.00) Anteprima del film Figlio di nessuno, di Vuk Ršumović (20.30) Giovedì 20 novembre, Cinema Odeon, Firenze


E per finire, venerdì 21 novembre, il Frikkettonika Balkan Party col concerto dei  Divanhana e a seguire dance hall firmata da Dj Pravda (dalle 21.30 Auditorium Flog)


La giornata conclusiva del Balkan Florence Expressgiovedì 20 novembre, è anche quella più importante, grazie ad un programma ricco di appuntamenti imperdibili: una tavola rotonda con ospiti internazionali e due anteprime nazionali.


Dopo tre giorni di proiezioni, matinée e incontri con attori e registi, il festival di cinema balcanico promosso da Oxfam Italia, in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana e Festival dei Popoli,, nel cartellone della 50 Giorni, continua a stupire il suo pubblico, con eventi che mettono ancora l’accento sulla vitalità economica, sociale e culturale di Balcani di oggi.


– Giovedì 20 novembre, si comincia alle 10.00 all’Odeon, con la tavola rotonda Il secolo di Sarajevomoderata dall’inviata del TG3 Barbara Gruden, alla quale prenderanno partel’Assessore alla Cultura della Regione Toscana Sara Nocentini, i docenti delle Università di Siena e Firenze, Marcello Flores d’Arcais e Gianni Scotto, e l’ex ambasciatore della Bosnia Erzegovina e giornalista, Zlatko Dizdarević.


Realizzata in collaborazione con la Regione Toscana e l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, la tavola rotonda è un momento di approfondimento e confronto proprio in corrispondenza del centesimo anniversario dell’attentato di Sarajevo contro l’arciduca Francesco Ferdinando per mano di Gavrilo Principcasus belli storicamente riconosciuto per lo scoppio della Prima Guerra Mondiale, sui conflitti che hanno attraversato il nostro continente e i Balcani, contrapposti allo svilupparsi dell’idea di Europa unita, che invece promuove pace e convivenza tra i popoli: uno sguardo al passato per parlare dell’oggi, in un’ottica che riporti davvero la storia ad essere magistra vitae e guida per lo sviluppo della società moderna.


– L’anniversario della Grande Guerra sarà anche  ricordato dall’anteprima italiana del film “I ponti di Sarajevo” (ore 16.00), una raccolta 13 cortometraggi, firmati da alcuni tra i migliori registi europei che, ognuno con il proprio stile e la propria poetica, racconteranno le paure, le emozioni e le speranze dei cent’anni trascorsi dall’attentato di Sarajevo e dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale.


– Prima serata da non perdere con il fiore all’occhiello del Balkan Florence Express 2014.: la proiezione dello straordinario film Figlio di Nessuno (ore 20.30) del regista serbo Vuk Ršumović, per la prima volta in sala dopo il successo al Festival del cinema di Venezia, dove si è aggiudicato il premio del pubblico Raro Video della settimana della critica, oltre che il premio Fedora per la miglior sceneggiatura. La pellicola racconta l’incredibile e vera storia del piccolo Haris, ritrovato nel 1988 da solo fra le montagne della Bosnia: un orfano cresciuto dai lupi allo stato selvaggio che, finito all’orfanotrofio di Belgrado, nel 1992 verrà armato di fucile e spedito al fronte bosniaco dove conoscerà gli orrori della guerra. Almeno finché, per la prima volta nella sua vita, non riuscirà una notte a prendere una decisione tutta sua. Un film-capolavoro, che sulle orme di L’enfant sauvage di Truffaut, lascerà gli spettatori senza fiato.


Venerdì 21 novembre

Dulcis in fundo, venerdì 21 novembre, dalle ore 21.30, chiusura con le travolgenti sonorità balcaniche del FRIKKETTONIKA BALKAN PARTY all’Auditorium Flog. Sul palco, direttamente da Sarajevo, i Divanhana, con i loro arrangiamenti che mescolano musica tradizionale urbana e suoni soul della Bosnia, accompagnati dai Baro Drom Orkestar a comporre un ensemble unico, che farà ballare il pubblico dalla prima all’ultima nota. A seguire dance hall firmata da DJ PRAVDA.

L’ingresso (12 euro a prezzo intero, 10 euro ridotto) sosterrà i progetti di lotta alla povertà realizzati da Oxfam Italia.

Info: http://www.balkanflorenceexpress.org/