Al G20 la Merkel e Sarkozy si impegnano per una tassa sulle transazioni finanziarie ma qualcosa va storto, Toronto, Canada. Credits: KelvinAbong

Stunt per chiedere lo 0,05% sulle transazioni finanziarie

La Campagna ZeroZeroCinque , di cui Oxfam Italia è tra i promotori, ha inviato una lettera al Ministro Tremonti in cui si chiede di chiarire la posizione dell’Italia in merito all’introduzione, anche nella sola zona euro, di una tassa sulle transazioni finanziarie (TTF). La TTF è uno degli strumenti di maggiore efficacia per frenare comportamenti speculativi eticamente inaccettabili e generare significative risorse da destinare a politiche sociali, lotta alla povertà e ai cambiamenti climatici. Molti governi dei paesi dell’UE, di diverso orientamento politico, si sono detti a favore. L’unico governo ancora esplicitamente scettico  è quello italiano. Eppure da un sondaggio recentemente condotto da Oxfam International vi è un ampio sostegno dell’opinione pubblica verso l’introduzione di questa tassa. In Italia il 59% degli intervistati si è dichiarato favorevole e l’85% ritiene che il settore bancario e finanziario debba contribuire a riparare i danni causati dalla crisi economico-finanziaria.