Oxfam condanna l’attacco terroristico in Nuova Zelanda e invia un messaggio di sostegno e solidarietà

18 Marzo 2019

I Direttori delle affiliate Oxfam in tutto il mondo, questa settimana riuniti in Kenya, inviano un messaggio di sostegno e solidarietà al popolo della Nuova Zelanda in seguito all’orribile atto di terrorismo contro la comunità musulmana, dove almeno 50 persone sono state uccise da un terrorista bianco suprematista a Christchurch, lo scorso venerdì 15 marzo. Si tratta di un evento sconvolgente e atroce in Nuova Zelanda. Oxfam condanna fermamente l’islamofobia e tutti gli atti di estremismo.

Il nostro pensiero è rivolto alle molte famiglie musulmane neozelandesi che hanno perso i loro cari, alle persone di fede islamica – e di ogni fede – nel mondo che sono state traumatizzate da questo massacro. La stragrande maggioranza dei neozelandesi rifiuta di piegarsi ai tentativi degli estremisti di terrorizzare e dividere l’umanità e noi siamo al loro fianco nella partecipazione e nell’impegno per la costruzione di una nazione diversa, dove riteniamo che tutti siano uguali e l’odio di qualsiasi tipo è completamente respinto. Ad Oxfam lottiamo contro tutte le forme di discriminazione, vogliamo lavorare con e per le comunità e le persone in tutto il mondo, rifiutiamo discorsi che incitano all’odio, colpevolizzazioni e divisioni utilizzati da una nuova ondata di leader nazionalisti e da alcuni media influenti, scegliendo invece di basare il nostro lavoro sui valori di amore, uguaglianza e giustizia.

Rachael Le Mesurier, Direttrice Generale Oxfam Nueva Zelanda, a nome del Comitato Esecutivo di Oxfam.