La governance locale per affrontare la povertà multidimensionale e l’ineguaglianza

Oggi l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile rappresenta il quadro di riferimento della maggioranza delle iniziative di sviluppo per affrontare la povertà multidimensionale e l’ineguaglianza. Tuttavia, la strategia operativa per rendere effettiva la nuova agenda è caratterizzata da un’ampia discussione in diversi ambiti.

L’obiettivo del presente paper è di descrivere la posizione di Oxfam e ARCO su come i processi di governance locale giochino un ruolo determinante per l’implementazione dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Rafforzare la governance locale significa fare affidamento sul dialogo e l’interazione fra enti locali, cittadini e altri portatori di interesse nelle comunità allo scopo di identificare soluzioni strategiche per lo Sviluppo Umano Sostenibile a livello locale. Inoltre, una prospettiva territoriale rende possibile disegnare politiche innovative che possono influenzare anche i processi di cambiamento a livello nazionale ed internazionale

Crediamo, pertanto, che sia urgentemente necessario avere una comune comprensione e un quadro condiviso sulla governance locale allo scopo di costruire strategie e azioni di sviluppo più coerenti ed efficaci attraverso il coinvolgimento delle comunità locali.

Questo documento è stato scritto e coordinato da Mario Biggeri (Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa, Università degli Studi di Firenze), Andrea Ferrannini (ARCO Lab – Action Research for CO-development c/o PIN S.c.r.l.) e Lorenzo Paoli (Oxfam Italia).

Data di pubblicazione: 26 Settembre 2016

  • Per scaricare la sintesi del documento “Dove avviene il cambiamento” (versione in Italiano) clicca qui
  • Per leggere la versione completa del documento “Dove avviene il cambiamento” in lingua inglese e la relativa sintesi clicca qui 

Per consultare l’appendice al documento “Dove avviene il cambiamento”, contattare lorenzo.paoli@oxfam.it

Parole chiave: governance locale, obiettivi sviluppo sostenibile, SDGs, sviluppo umano sostenibile, enti locali, cittadinanza attiva, società civile, diritti umani