#salvagente

Giovedì 7 maggio, dalle ore 10:00, a Villa Ruspoli, una giornata di confronto e approfondimento su temi di stretta attualità, tra politiche migratorie accoglienza e cooperazione allo sviluppo, promosso da Università di Firenze, Oxfam Italia e Concord Italia.


Tra i tanti ospiti: il parlamentare PD Khalid Chaouki, l’assessore all’integrazione del Comune di Firenze Sara Funaro, il senior expert della Commissione europea per l’immigrazione e gli affari interni Peter Bosch, il diplomatico del Ministero degli Esteri Vincenzo Termine, l’ex presidente della Rai e presidente del Consiglio Italiano Rifugiati Roberto Zaccaria, il direttore dei programmi in Italia di Oxfam Alessandro Bechini, e il portavoce di Concord Italia Francesco Petrelli.


Il lavoro di Oxfam in Toscana nell’accoglienza migranti


Nella notte fra il 17 e il 18 aprile, oltre 800 migranti hanno perso la vita nelle acque del Mediterraneo, mentre cercavano di raggiungere l’Europa a bordo di un barcone diretto verso le coste italiane.  A meno di un mese di distanza da quella scioccante tragedia e dal successivo Consiglio Europeo straordinario convocato per affrontare l’emergenza in corso, istituzioni e terzo settore si incontrano a Firenze per confrontarsi su immigrazione, politiche di accoglienza e cooperazione allo sviluppo. L’appuntamento è per giovedì 7 maggio, dalle ore 10:00, a Villa Ruspoli (P.zza dell’Indipendenza 9, Firenze), con il convegno “L’approccio globale dell’Unione Europea all’immigrazione: dalla cooperazione allo sviluppo al sistema di accoglienza”, inserito all’interno del programma del Festival d’Europa 2015 e promosso da Laboratorio DIR.S.A. dell’Università di Firenze (Dipartimento di Scienze giuridiche e ASGI), Oxfam Italia e Concord Italia.


Un dibattito di stretta attualità, assieme ad alcuni dei maggiori esperti di fenomeni migratori e cooperazione allo sviluppo, che arriva proprio mentre a livello europeo, alla luce delle recenti tragedie nel Mediterraneo,  si sta discutendo la ridefinizione delle politiche europee in tema di immigrazione, e diverse ONG italiane, fra cui Oxfam e Concord Italia, hanno lanciato di recente un appello congiunto a Governo italiano ed Unione Europea, chiedendo la creazione di una “Mare Nostrum” europea, la sospensione del Regolamento di Dublino e il reinsediamento dei migranti beneficiari di protezione internazionale.


Il programma della giornata

La giornata si aprirà con i saluti, del direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Firenze Giovanni Tarli Barbieri, dell’assessore all’accoglienza e all’integrazione del Comune di Firenze Sara Funaro, e del direttore dei programmi in Italia di Oxfam, Alessandro Bechini. Dalle ore 10:00 alle ore 13:00, in programma la prima sessione del convegno, intitolata “Per una nuova politica dell’Unione Europea sulle migrazioni: cooperazione e politiche di vicinato, accoglienza e protezione”, presieduta da Roberto Zaccaria, ex deputato e presidente della Rai, attualmente impegnato come presidente del Consiglio Italiano Rifugiati. Al centro del confronto il ruolo dell’Unione Europea nella gestione delle politiche migratorie. Intervengono: l’onorevole del PD Khalid Chaouki, il senior expert della Commissione europea per l’immigrazione e gli affari interni Peter Bosch, il diplomatico del Ministero degli Esteri Vincenzo Termine, la docente di diritto dell’Unione Europea dell’Università di Firenze, Chiara Favilli, il portavoce di Concord Italia Francesco Petrelli, il direttore del settore immigrazione della Caritas Italiana Oliviero Forti, il vice presidente nazionale dell’ARCI, Filippo Miraglia e del ricercatore del CeSPI, Andrea Stocchiero.


Nel pomeriggio, dalle ore 14:00 alle ore 18:00, il convegno proseguirà con la sessione moderata dalla docente di diritto dell’Unione Europea dell’Università di Firenze Adelina Adinolfi.

Al centro del dibattito il tema dell’accoglienza di migranti in Toscana: dalle politiche adottate dai vari enti coinvolti, all’analisi dell’impatto che un fenomeno globale, come l’immigrazione, può avere sulla realtà locale della nostra Regione. Intervengono: il responsabile nazionale del programma SPRAR Daniela Di Capua, il presidente dell’ASGI Lorenzo Trucco, il dirigente del settore Politiche per le persone immigrate della Regione Toscana Alessandro Salvi, il difensore civico della Regione Toscana Lucia Franchini, la responsabile per l’immigrazione di ANCI Toscana Stefania Magi, il direttore dei programmi in Italia di Oxfam Alessandro Bechini, e Roberto Ermanni di Co&SO Firenze.


Il lavoro di Oxfam Italia nell’accoglienza di migranti in Toscana

Oxfam Italia, in collaborazione con Prefetture ed Enti Locali, sta accogliendo nel territorio toscano 84 migranti e richiedenti asilo provenienti da Mali, Nigeria, Eritrea Gambia, Sudan e Ghana soccorsi nel Mediterraneo nel quadro delle operazioni Mare Nostrum e Triton. Una pratica di “accoglienza integrata”, che mira a garantire misure di assistenza e protezione della persona e a favorirne il percorso verso la richiesta di asilo e la conquista della propria autonomia. Oltre a fornire accoglienza Oxfam sostiene i migranti arrivati in Toscana attraverso attività di formazione linguistica, accompagnamento, assistenza legale e orientamento, all’interno di specifici percorsi individuali. La maggior parte dei migranti richiedenti asilo (61 persone) sono accolti ad Arezzo, Firenze e Castiglion Fibocchi, mentre altri 23 sono a San Casciano Val di Pesa. Dall’inizio del mese di aprile, Oxfam ha allargato la propria capacità di accoglienza, gestendo l’arrivo di 39 migranti provenienti da Somalia, Mali e Pakistan.

Ufficio stampa Oxfam Italia:

David Mattesini: +39 349 4417723; david.mattesini@oxfam.it

Giacomo Corvi: +39 340 2753029; giacomo.corvi@oxfam.it

Ufficio stampa Festival D’Europa:

Mariangela Della Monica: +39 334 6606721; m.dellamonica@fondazionesistematoscana.itufficiostampa@festivaldeuropa.eu