Caseificio, Aytaroun. Credits: Oxfam Italia

Il caseificio di Aytarun

Una tonnellata di latte verrà trasformata ogni giorno in prodotti di alta qualità, freschi e naturali, secondo la tradizione libanese
Si è tenuta oggi, 29 settembre 2009, l’inaugurazione ufficiale del caseificio di Aytaroun, coronamento di un progetto che negli anni scorsi ha creato nuove opportunità di sviluppo per il villaggio. La struttura ha già iniziato le attività con il marchio di “Jibneh u Labneh” e mira a trasformare una tonnellata di latte al giorno, fornito dagli allevatori della zona.
Il caseificio è solo l’ultimo successo di una collaborazione tra la ONG italiana UCODEP e il comune di Aytaroun, che da tre anni lavora per la riabilitazione e lo sviluppo della regione dopo la guerra del 2006, nell’ambito del programma di emergenza ROSS, messo in atto dall’Ambasciata Italiana – Cooperazione italiana allo sviluppo con il supporto di alcuni governi locali italiani e delle regioni Toscana e Trentino Alto Adige.


I latticini sono alla base della dieta libanese e sono la principale fonte giornaliera di proteine per molte famiglie in difficoltà, soprattutto nel Sud del Libano. D’altra parte l’allevamento è un’importante fonte di guadagno per i piccoli contadini, che incontrano spesso molte difficoltà nel vendere tutto il latte prodotto nel corso dell’anno.
In questo contesto, il caseificio di Aytaroun si propone di dimostrare che investire nel Sud del Libano può essere vantaggioso e redditizio. Assicura, inoltre, un reddito sicuro e crescente per le famiglie dei piccoli allevatori, comprando il loro eccedente di latte e trasformandolo in prodotti di alta qualità con ampia commercializzazione.


Rimango sempre impressionato“, ha dichiarato Luca Lo Conte, Coordinatore del Progetto UCODEP, “dalla determinazione e dall’attaccamento alla propria martoriata terra della popolazione di Aytaroun. Stiamo cercando di aiutarli a rimanere nelle loro case e a sviluppare una vita migliore nel luogo dove hanno scelto di vivere.”
Hanno partecipato all’inaugurazione il rappresentante dell’Ufficio di Cooperazione dell’Ambasciata Italiana a Beirut, e altri rappresentanti delle autorità locali e della comunità di Aytaroun. Ai partecipanti è stato offerto un assaggio dei prodotti del caseificio.