“Nessuno Escluso”: si rafforza l’impegno di Oxfam a fianco delle tante famiglie colpite dalla crisi

1 Aprile 2021

Il Community Center nasce per fornire un aiuto concreto e rispondere alle esigenze di chi si trova in situazioni di fragilitàA Firenze un nuovo e innovativo servizio per intercettare i crescenti bisogni delle fasce più deboli della popolazione, che ogni giorno rischiano di restare ai margini.

Si rafforza l’impegno  di Oxfam in Italia di lotta alla povertà e alle disuguaglianze, a fianco del numero crecente di famiglie a rischio esclusione per l’impatto della crisi dovuta alla pandemia, che ha aggravato le condizioni di vita di chi già si trovava in stato di grande difficoltà: lavoro assente, perduto o congelato, vecchie povertà e nuovo impoverimento, disagio abitativo, vulnerabilità educative. Un lavoro realizzato attraverso la rete di Community Center, gestiti in collaborazione con a Diaconia Valdese e tanti partner, nelle periferie di molte città italiane.

Grazie al progetto “Nessuno Escluso”, finanziato da Fondazione Burberry, è stato infatti da poco attivato un nuovo servizio nel quartiere delle Piagge a Firenze, in collaborazione con il Consorzio Martin Luther King, per orientare e informare le persone più vulnerabili e a rischio esclusione sull’accesso ai servizi socio-educativi e sanitari, sulle misure di sostegno alla famiglia e al reddito, sulla normativa per la regolarizzazione dei cittadini stranieri e offrire un supporto di mediazione linguistico-culturale in lingua cinese e albanese.

Un lavoro quotidiano realizzato dai Community Facilitator di Oxfam nelle scuole, nei centri aggregazione del quartiere e in quelli che offrono servizi socio-sanitari, in sinergia con le attività realizzate dal “Centro Metropolis” gestito con la Diaconia Valdese, con l’obiettivo di incontrare e offrire un aiuto concreto a persone ad alto rischio di marginalità, favorendone l’accesso ai servizi.

“In questi prime settimane di attività la maggior parte delle richieste  di aiuto sono state strettamente legate agli effetti dell’emergenza economica e occupazionale prodotta dal Covid. – spiegano le operatrici di Oxfam –  In molti chiedono informazioni e sono stati aiutati a fare domanda per i vari bonus e sussidi messi a disposizione per il sostegno alle famiglie, come l’assegno per il terzo figlio, il bonus spesa, l’assegno per il nucleo familiare, il reddito di emergenza, il bonus bebé e l’attivazione dello Spid, che facilita l’accesso ai servizi socio-sanitari. Allo stesso tempo sono tante anche le richieste di cittadini stranieri per il rinnovo del permesso di soggiorno e la richiesta di cittadinanza”.