Emergenza Covid-19: Oxfam e Satispay insieme per non lasciare indietro nessuno

25 Febbraio 2021

Di fronte alla profonda crisi economica generata dalla pandemia nel nostro Paese, con un aumento del numero di poveri assoluti soprattutto tra i più giovani e la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro, Oxfam e Satispay scendono in campo per aiutare le fasce più vulnerabili della popolazione, con la campagna “Nessuno Escluso”.

Fino al 25 marzo, utilizzando Satispay, sarà infatti possibile sostenere i progetti di Oxfam nelle scuole al fianco dei ragazzi che non hanno mezzi per seguire la didattica a distanza e supportare le famiglie italiane sull’orlo della povertà, colpite da crescenti disuguaglianze.

Un sostegno concreto che ogni giorno Oxfam rivolge a migliaia di persone attraverso i Community Center gestiti con la Diaconia Valdese e molti partner a Firenze, Milano, Torino, Catania, Arezzo, Perugia, Bologna, Napoli, Empoli, Campi Bisenzio e Prato. Luoghi amici in cui possono trovare aiuto:

  • i bimbi più fragili con uno spazio sicuro per imparare e fare i compiti grazie alle attività del doposcuola, in un periodo in cui la didattica a distanza rende il percorso scolastico sempre più difficile;
  • i genitori con un supporto per sé e per i propri figli;
  • chi sta cercando un lavoro, con risposte concrete per orientarsi nella ricerca e ricevere consigli sulle opportunità formative nel proprio territorio;
  • le fasce di popolazione più a rischio, con l’aiuto necessario affinché siano informati sugli aggiornamenti e provvedimenti presi dal Governo per contenere l’epidemia e le corrette pratiche igienico-sanitarie per contenere l’epidemia;
  • le famiglie e i ragazzi a rischio di esclusione, con informazioni sull’accesso ai servizi del territorio ed extra-scolastici: doposcuola, sport, cultura.

“La crisi economica morde la vita di chi è più debole e ogni giorno ne abbiamo conferma nel nostro lavoro quotidiano.ha detto Roberto Barbieri, direttore generale di Oxfam Italia Con quasi 5 milioni di poveri assoluti e un calo dell’8,8% del reddito medio delle famiglie solo nei primi 6 mesi del 2020, assistiamo a un aumento delle disuguaglianze che colpiscono le fasce più deboli e i giovani, in un momento difficilissimo per il mondo della scuola. Basti pensare che sta aumentando in modo preoccupante il numero di poveri assoluti o relativi tra i nostri ragazzi, che già prima dell’emergenza Covid erano 3,3 milioni. Giovani che rischiano di abbandonare gli studi per sempre, rimanendo senza un futuro.  Grazie ai fondi che raccoglieremo, potremo raggiungere un sempre maggior numero di famiglie a rischio di una irreversibile esclusione sociale”.

È proprio per rispondere a questa emergenza che Satispay ha deciso di rivolgersi alla propria community – che ha ormai superato 1,5 milioni di utenti – da sempre sensibile alle importanti cause che l’azienda sostiene con il servizio “Donazioni”, pensato per mettere a disposizione di tutte le persone il più semplice strumento possibile per aiutare il Terzo Settore.

Grazie a Satispay, sostenere Oxfam è davvero semplice e a portata di mano tramite la pagina dedicata (https://landing.satispay.com/donazioni-oxfam-italia) o direttamente dalla sezione “Servizi” dell’app per i dispositivi Android.

“Siamo davvero felici di avere l’opportunità di essere al fianco di Oxfam che, attraverso i propri programmi e iniziative, aiuta concretamente i giovani in difficoltà. L’anno appena concluso ha creato tanti nuovi bisogni e poter mettere il nostro servizio Donazioni, e soprattutto l’altissima sensibilità della nostra community, a disposizione di un progetto di concreto sostegno agli adolescenti che provengono da contesti sociali ed economici svantaggiati, è motivo di grande orgoglio per Satispay”, ha sottolineato Stefano De Lollis, Head of Online Business Development di Satispay.