La locandina di Camera con vista

Visitate i luoghi di Camera con vista

Dopo lo straordinario successo dei primi quattro incontri estivi che hanno fatto registrare il tutto esaurito, torna da domani a Firenze l’iniziativa letteraria di Oxfam Italia Passeggiate d’Autore.


Cinque date per un suggestivo viaggio nel cuore letterario del capoluogo toscano che, in compagnia del romanziere Marco Vichi e dell’attore Lorenzo Degl’Innocenti, porterà i partecipanti nei luoghi d’incontro fra la città e i grandi autori del passato. Momenti, scorci e suggestioni che hanno spesso ispirato autentici capolavori della letteratura mondiale. Si parte domani, mercoledì 24 settembre, da Piazza Santa Maria Novella (davanti alla porta della Basilica) alle ore 18:30, per una passeggiata nei luoghi dove hanno soggiornato alcuni celebri autori della letteratura anglosassone: un suggestivo viaggio dall’hotel dove furono ambientate alcune scene di “Camera con vista”, capolavoro di E. M. Forster, trasposto su pellicola dal regista James Ivory e pluripremiato agli Oscar, fino ai luoghi della Firenze conosciuta e amata dall’autrice britannica George Eliot, come l’Albergo Suisse in via Tornabuoni, dove la scrittrice soggiornò e trasse ispirazione per il suo romanzo fiorentino “Romola“.


Un’occasione unica inoltre per scoprire da vicino alcune figure femminili dimenticate, come Jessie White Mario, meglio conosciuta come Miss Uragano, fervente sostenitrice di Garibaldi e della causa risorgimentale, e la scrittrice Radclyffe Hall, donna eccentrica e dalla forte personalità, che a Firenze soggiornò a lungo con le due sue amanti.


Per info e prenotazioni: firenze@oxfam.it , tel. 055.3220895.


I prossimi appuntamenti Mercoledì 1 ottobre, appuntamento al cinema Chiardiluna di Viale Aleardi alle ore 18:30, per una passeggiata sulla collina di Bellosguardo, storica dimora di tanti personaggi illustri, sulle tracce di Henry James e di alcuni eccentrici personaggi femminili. Mercoledì 8 ottobre in programma invece un tuffo nel passato non troppo lontano della Seconda Guerra Mondiale, sulle tracce delle pagine toccanti di Orazio Barbieri e Luisito Bianchi – testimoni diretti di quel periodo storico – e in quelle amare del Vasco Pratolini di “Allegoria e derisione”. Uno straordinario e toccante viaggio in quella Firenze che visse il dramma dell’occupazione nazista per ritrovare la libertà solamente nell’estate del 1944 (partenza da Piazza Santa Maria Sopr’Arno alle ore 18:30). Quarto e penultimo appuntamento mercoledì 15 ottobre, con partenza da Piazza San Martino, angolo Via Alighieri, alle ore 18:30, con una passeggiata che si snoderà fra le vie e gli angoli del centro fiorentino, alla ricerca delle atmosfere e degli scorci di un giovanissimo Vasco Pratolini. Conclusione in grande stile infine mercoledì 22 ottobre, con partenza da piazza degli Antinori alle ore 18:30, con un viaggio tra le strade che ospitarono il grande romanziere russo Fedor Dostoevskij e che videro la genesi de “L’idiota”. I cinque incontri vedranno la presenza anche di storici ed esperti che, insieme alle due guide, consentiranno un approfondimento ancora più ricco e denso di contenuti. E, come già nella prima edizione, le passeggiate termineranno con un apericena in compagnia di tutti gli ospiti. L’evento, realizzato in collaborazione con Alessandra Cafiero e la Libreria Nardini, è realizzato con la direzione artistica di Vittoria Biagini.


Il ricavato dell’iniziativa sosterrà i progetti di lotta alla povertà di Oxfam Italia