I RISULTATI DEL

2019


2020

Foto: Fabeha Monir/Oxfam

L’IMPATTO DEL NOSTRO LAVORO IN ITALIA E NEL MONDO

Nel periodo aprile 2019- marzo 2020 Oxfam a livello globale ha raggiunto 19.4 milioni di persone nel mondo, di cui il 50% donne e bambine, lavorando con 3.873 organizzazioni partner.

Oxfam Italia ha raggiunto 246.693 persone, in Italia e in altri paesi del mondo, di cui il 52% donne e bambine.

I FONDI RACCOLTI DA OXFAM ITALIA

COME LI SPENDIAMO

DA DOVE PROVENGONO

DOVE LI IMPIEGHIAMO

I PROGRAMMI

Oxfam Italia persegue la propria mission di lotta alle disuguaglianze salvando vite e costruendo società giuste e inclusive. Per questo ha adottato 4 programmi integrati, che hanno aiutato 246.693 persone in Italia e in altri paesi del mondo, contribuendo a garantire il rispetto e la tutela dei diritti essenziali, promuovere lo sviluppo e l’empowerment femminile, proteggere i più deboli e vulnerabili e investire perché vi siano regole più giuste a beneficio di tutti e nel rispetto del pianeta.

Foto: Matteo Montaldo

INCLUSIONE SOCIALE

Sosteniamo l’integrazione economica e lo sviluppo dell’imprenditoria sociale di giovani, donne e altre fasce vulnerabili della popolazione, per rafforzarne le competenze professionali. Promuoviamo l’inclusione sociale e lotta contro la povertà educativa, incentivando l’accesso ai servizi e realizzando programmi di accoglienza diffusa per la popolazione migrante.

Beneficiari raggiunti: 47.046

Foto: Lisa Murray/Oxfam

SVILUPPO SOSTENIBILE

Oxfam Italia promuove filiere giuste e inclusive. Lavora per migliorare la qualità dei prodotti, favorisce l’accesso al mercato dei piccoli produttori e la tutela dei diritti dei lavoratori agricoli, lottando contro il caporalato e instaurando rapporti propositivi e virtuosi con le grandi aziende del settore privato italiano. Rafforza la resilienza e le capacità delle comunità locali di far fronte alle conseguenze del cambiamento climatico.

Beneficiari raggiunti: 33.357

Foto: Aurelie Marrier d’Unienville/Oxfam

GIUSTIZIA DI GENERE

Oxfam Italia promuove l’equità di genere e l’approccio femminista. Si adopera per rafforzare le organizzazioni femminili e promuovere l’empowerment delle donne nel settore economico e politico, lottando contro la violenza di genere e per l’accesso alla giustizia.

Beneficiari raggiunti: 6.674

Foto: Pablo Tosco

AIUTO NELLE EMERGENZE UMANITARIE

Garantiamo acqua potabile, servizi igienico sanitari, materiali per rifugi, cibo, assistenza legale e psicologica, implementando misure di prevenzione dei rischi e tutela delle categorie più vulnerabili. Rafforziamo le capacità delle comunità locali, per il contrasto degli effetti dei cambiamenti climatici e delle crisi protratte e con focus sulle aree urbane.

Beneficiari raggiunti: 159.616

LE ATTIVITÀ IN ITALIA

In Italia Oxfam ha lavorato con 15.027 persone, di cui il 49% donne e bambine. Il lavoro è articolato principalmente nei seguenti settori, che sono stati potenziati e rafforzati in conseguenza delle necessità emerse con la pandemia di Covid-19:

Oxfam Italia ha scelto di intervenire concretamente a sostegno delle persone più vulnerabili e quindi più a rischio di ritrovarsi in condizioni di povertà. In collaborazione con partner locali gestisce i team di Community Facilitator e i Community Center, spazi di ascolto, sostegno, informazione e servizi per evitare la cronicizzazione di disagi sociali. Lavora con Diaconia Valdese ad Arezzo, Bologna, Catania, Firenze, Milano, Napoli e Torino; a Campi Bisenzio con la cooperativa Macramè, a Empoli con Il Piccolo Principe e Asev e a Prato con l’Associazione Cieli Aperti e la Cooperativa Pane e Rose.

Costruiamo formazioni specifiche per docenti su metodologie pedagogiche innovative e percorsi didattici, per rafforzare la consapevolezza e l’attivismo di giovani e adulti. Facilitiamo una comunità di apprendimento attraverso strumenti digitali e non e offre l’opportunità alle scuole di partecipare a progetti di mobilità.

In Toscana e in Sicilia, Oxfam Italia è ente gestore della rete SIPROIMI (ex SPRAR – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) per i progetti di Accoglienza ordinari dei comuni di San Casciano Val di Pesa (FI), di Castiglion Fibocchi (AR) e dell’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa (FI) e per i progetti di Accoglienza Minori della Società della Salute delle Valli Etrusche (LI) e del Comune di Messina (ME). Nei comuni di Cecina e Firenze gestisce progetti di appartamenti per l’Autonomia minori, e nel comune di Firenze ospita anche la prima accoglienza di famiglie siriane arrivate attraverso i corridoi umanitari.

L’approccio dell’educazione inclusiva e dell’educazione interculturale è una dimensione trasversale a tutti gli ambiti di lavoro. Due i principali ambiti di intervento: educazione degli adulti intesa come promozione dell’inclusione e cittadinanza attiva, con un’attenzione particolare ai cittadini stranieri, e lotta alla dispersione ed abbandono scolastico.

Nei propri negozi di San Casciano Val di Pesa (FI) e Sarteano (SI), Oxfam Italia vende prodotti unici, etici e di qualità, realizzati da artigiani e agricoltori provenienti dalle comunità più povere di tutto il mondo, garantendo loro un giusto guadagno e condizioni di lavoro e di vita dignitose. Oxfam Italia è l’unico distributore in Italia di I was a Sari, una linea di accessori moda, gioielli e abbigliamento realizzati con sari riciclati, la cui vendita garantisce un’entrata economica sicura, emancipazione professionale e formazione alle donne degli slum di Mumbai, in India.

Oxfam Italia ha un’esperienza più che decennale nella mediazione linguistico culturale, per contribuire all’inserimento dei cittadini stranieri nella società di accoglienza, e ha numerosi progetti sul territorio toscano in diversi settori, dal sanitario al sociale, grazie a mediatori di comprovata competenza.

IL NOSTRO LAVORO NELLE EMERGENZE UMANITARIE

Nel 2019-2020 Oxfam a livello globale ha aiutato 13.5 milioni di persone nel mondo, vittime di emergenze umanitarie come conflitti o catastrofi naturali, garantendo acqua potabile e servizi igienico sanitari, sensibilizzando sulle corrette pratiche igieniche per impedire l’insorgere e il diffondersi di epidemie, distribuendo cibo, beni di prima necessità e rifugi, coinvolgendo le comunità nella ricostruzione e investendo nella riduzione dei rischi, in un’ottica di prevenzione.
Un risultato raggiunto in collaborazione con 521 partner, in 461 progetti. Oxfam Italia ha contribuito prestando direttamente aiuto a 159.616 persone. 

Foto: Riccardo Sansone/Oxfam

APPROFONDIMENTI

Serbia. Cibo e assistenza ai migranti lungo la rotta balcanica

Haiti e Repubblica Dominicana. Sostegno ai lavoratori dei mercati di frontiera

Wemin – Integrazione donne migranti e rifugiate

Sri Lanka. Sostegno all’economia rurale attraverso vendita e trasformazione dei prodotti biologi

LA RISPOSTA ALL’EMERGENZA CORONAVIRUS IN ITALIA

In seguito alla pandemia di Covid-19 che ha colpito tutto il mondo e in modo particolarmente grave il nostro paese, Oxfam Italia insieme ai propri partner ha messo in atto e continua a farlo misure di contenimento, prevenzione e assistenza volte a tutelare i più deboli e vulnerabili concentrando le attività secondo 4 assi principali:

Sostegno alle strutture sanitarie toscane

per rafforzarne la capacità di risposta all’emergenza con l’acquisto di attrezzature mediche e materiali utili e potenziando il servizio di mediazione linguistico culturale, al fine di diffondere al maggior numero possibile di persone le informazioni necessarie al contenimento dell’epidemia;

Sostegno ai richiedenti asilo

attraverso assistenza legale sulle conseguenze delle norme e i decreti governativi, formazione sulle norme di prevenzione igienica;

Sostegno alla popolazione più vulnerabile attraverso i Community Center

rispondendo ai bisogni più diversi delle famiglie italiane in condizioni di disagio e della comunità straniera, fornendo servizi e informazioni sugli strumenti messi a disposizione dal governo per le categorie più fragili;

Sostegno a insegnanti e studenti

con materiali e strumenti utili ad alimentare la continuità della didattica, garantendo assistenza nella progettazione di attività educative, attraverso iniziative formative e fornendo tablet e strumenti informatici.

Da marzo a giugno 2020 queste attività hanno raggiunto circa 6.500 persone nel nostro paese.