17 Maggio 2022

“SAIONE MOB” – PRIMA EDIZIONE AD AREZZO

 

Saione Mob - locandina prima edizione

Presentato l’evento in programma domenica 22 maggio nel quartiere dove Oxfam lavora ogni giorno in aiuto delle fasce più vulnerabili della popolazione: una giornata di festa aperta alla cittadinanza con mostre, mercatini, attività didattiche, sport, gioco e passeggiate artistiche

L’appuntamento arriva a conclusione dei progetti di lotta alla povertà educativa e attivismo giovanile “Bella Presenza” e “Mentori per la resilienza”, che hanno portato un aiuto concreto a oltre 3.500 studenti. Interventi selezionati da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Sarà una giornata di festa in cui il quartiere di Saione, ad Arezzo, diventerà un vero proprio laboratorio di innovazione sociale, grazie ad un ricco programma di eventi aperti a tutta la cittadinanza. E’ la prima edizione di “Saione mob”, l’appuntamento in programma domenica 22 maggio dalle ore 10, che si snoderà tra via Vittorio Veneto, piazza Saione, via Rismondo, via Guelfa e piazza Zucchi, tra laboratori, iniziative culturali, gastronomiche e shopping solidale di cui i veri protagonisti saranno le associazioni, gli studenti, i commercianti e le tante realtà che animano il quartiere.

L’iniziativa è promossa da Oxfam Italia e Confesercenti in collaborazione con Comune di Arezzo, Confcommercio, Istituto Comprensivo IV Novembre e Mercatino delle Pulci, e arriva come momento conclusivo dei progetti di lotta alla povertà educativa e attivismo giovanile “Bella Presenza” e “Mentori per la resilienza”, capofilati da Oxfam in città e selezionati da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Un’iniziativa che vuole essere anche il rilancio di un lavoro di comunità e per la comunità, sviluppato in questi anni con tutti gli attori della rete territoriale aretina e che adesso guarda al futuro.

“Siamo davvero orgogliosi di poter offrire, con il prezioso contribuito di tanti soggetti, una giornata assieme di festa e di partecipazione, nella città in cui lavoriamo ogni giorno contro la povertà educativa, l’abbandono precoce e per l’inclusione sociale, sia nelle scuole che con il nostro Community Center, che si trova proprio nel cuore di Saione. –  ha detto Sorinel Ghetau, direttore dei Programmi di Oxfam Italia – Questo prima edizione arriva come risultato di un percorso durato oltre 4 anni che ha portato un aiuto concreto a oltre 3.500 studenti aretini delle scuole primarie e secondarie di I e II grado, coinvolgendo centinaia di docenti e famiglie, associazioni del terzo settore e mondo profit. Un lavoro nelle scuole sui temi dell’educazione alla cittadinanza, lotta alla dispersione scolastica, orientamento, attivismo giovanile, educazione inclusiva, che nelle ultime settimane, ci ha visti impegnati anche per l’inserimento dei minori ucraini e che continueremo a portare avanti ad Arezzo con nuovi interventi, con l’obiettivo di rafforzare quella Comunità educante da cui dipende il presente e il futuro delle nuove generazioni”. 

“Una comunità è tale se il tessuto associativo è vivo e promuove percorsi di cittadinanza– ha aggiunto la vice sindaca di Arezzo, Lucia Tanti – Saione e le sue realtà istituzionali e sociali dimostrano di credere in questo assunto con una manifestazione che intreccia esperienze diverse che hanno come cardini il contrasto alla povertà educativa e la partecipazione diffusa. Grazie a tutti coloro, e sono davvero numerosi, che hanno reso possibile un evento variegato ma riconducibile a una definizione: festa di quartiere. Fa piacere abbinare un termine come “festa”, di segno positivo e carico di fiducia, a una zona che dimostra, se mai ce ne fosse stato bisogno, di avere le carte in regola per un riscatto e una dimostrazione di vitalità. Saione è la nostra scommessa: da ambito critico a modello di coesione. E la stiamo vincendo”.

Le iniziative in programma

Tante e variegate le iniziative rivolte a giovani e famiglie in programma per tutta la giornata. A partire dal “Mercatino delle Pulci” – realtà da sempre caratterizzata per il suo valore sociale – che porterà oltre 100 banchi lungo via Vittorio Veneto e al Mercato di beneficienza organizzato dall’associazione Il Velocipede e Campagna Amica.

“La collaborazione con Oxfam e con il Mercatino delle Pulci – ha spiegato la direttrice di Confesercenti Arezzo, Valeria Alvisinasce per regalare al quartiere di Saione e alle attività commerciali della zona, una giornata di festa e di aggregazione. Confesercenti ha sempre lavorato per creare momenti di visibilità al quartiere di Saione, affinché i concittadini rafforzino il piacere di frequentarlo. L’impegno dell’associazione di categoria è quello di offrire ai commercianti varie occasioni mirate a favorire il passeggio tra le vetrine e lo shopping. Collaborare con altre realtà associative è quindi importante per far vivere e crescere un quartiere che ha molte opportunità e che riteniamo sia giusto valorizzare. Un quartiere ricco di attività commerciali vivaci e vitali. Ospitare l’evento conclusivo di Oxfam e le bancarelle del mercatino delle Pulci rappresenta quindi la giusta occasione per mettere in mostra il quartiere e renderlo ancor più attraente. Siamo convinti che il binomio commercio e mondo dell’associazionismo in generale sia un valore aggiunto per promuovere Saione. In quest’ottica di sostegno al quartiere e alle imprese abbiamo fin da subito aderito come soci fondatori alla nascita dell’Associazione Alò Saione.  – continua Alvisi – Ci preme quindi sottolineare come quello in programma, domenica 22 maggio, sia il primo evento che vede una così ampia partecipazione trasversale di tanti soggetti, tutti accomunati dall’avere Saione come sede del proprio lavoro, della propria attività e del proprio vivere quotidiano”.

Spazio dunque alla fotografia: con le mostre realizzate nell’ambito del progetto “Bella presenza”, dagli studenti degli Istituti 4 Novembre e Severi che avranno al centro i luoghi con cui i ragazzi hanno una maggiore connessione emotiva e di vissuto, che sarà installata nel parcheggio antistante la scuola; con la mostra ideata dall’associazione Imago, che ritrarrà spaccati di vita dei quartieri di Saione e Tortaia, che sarà visitabile lungo le vetrate delle banche dismesse in piazza Saione, nei pressi del supermercato in piazza Zucchi e dentro la galleria dell’associazione; con le Solirigrafie e la postazione di ritrattistica proposte dall’associazione La Sbilenka.

Ci si confronterà invece con l’esperienza del riciclo e si potrà scoprire la creatività dei ragazzi: con la mostra interattiva – a cura del Circolo Baobab, nell’ambito del progetto di educazione alla cittadinanza realizzato da Cicciottà – ospitata sempre dentro i locali della 4 Novembre, con cui attraverso l’uso di una stampante 3D si potrà provare l’esperienza di dare nuova vita e forma a oggetti e materiali di scarto; e con la presentazione della proposta di “abbigliamento street”, realizzata dagli studenti del Liceo Scientifico.

La lettura e la storia artistica del quartiere andranno in scena invece con: le letture per bambini e ragazzi curate dal Circolo dei lettori Gli Instabili (presso il campo sportivo della 4 Novembre); le “Passeggiate della Salute”, curate della sezione soci Arezzo di UniCoop Firenze, grazie all’ideazione artistica di Marco Botti; e il percorso per quartiere proposto dall’associazione Liria.

Durante la giornata anche gioco e sport: con le attività organizzate presso il campo della scuola; il torneo di scacchi proposto dalla Casa del Pionta; le attività proposte da QBR Pratika con il gioco delle Lego; i giochi da tavola proposti da Arcigay.

Spazio infine, ma non per ultimo, al confronto e all’ascolto: con l’incontro tra associazioni giovanili e l’assessore del Comune Federico Scapecchi, che avrà al centro le proposte delle realtà coinvolte nel progetto e la presentazione del giornale scolastico della classe dell’itis che, sempre nell’ambito del progetto “Bella Presenza”, ha realizzato un’indagine sul mondo giovanile aretino; e con lo sportello offerto ai cittadini dalle associazioni Quantiche e Donne insieme.

Inoltre nel corso dell’evento l’associazione Lab 20/30, presenterà la rivista “Zaion”, dedicata proprio a dar voce alle tante storie del quartiere.

Il Pasta Day

Nell’ambito della manifestazione inoltre su iniziativa di Maninpasta, con la collaborazione di Confcommercio andrà in scena il primo Pasta Day mai realizzato ad Arezzo. Una vera e propria festa della pasta, con la tradizione aretina e toscana protagonista di una manifestazione di grande importanza per il settore enogastronomico. Degustazioni, pasta fatta in casa, primi piatti allieteranno il pubblico con un’offerta pensata per valorizzare l’eccellenza culinaria del nostro territorio. Via Guelfa si trasformerà quindi in un giardino d’estate per accogliere turisti, visitatori e buone forchette. La strada sarà chiusa al traffico e ci sarà anche musica dal vivo, dalle 11 alle 16, con un dj set live di Deb Jones.

“Saione rappresenta un quartiere importante e strategico per la città.  – conclude Cristiano Beligni, responsabile area aretina di Confcommercio – Le tante attività commerciali e ricettive presenti ne fanno un punto di riferimento per gli acquisti, ma anche per la socialità e l’integrazione. Merita quindi iniziative di richiamo, che possano contribuire a far parlare bene e in modo positivo della zona. Confcommercio negli anni ha proposto tante iniziative di promozione del commercio. E anche domenica 22 maggio il nostro impegno sarà quello di vivacizzare la festa con eventi speciali, supportando le attività commerciali e sfruttando l’opportunità di valorizzare la rete commerciale e ricettiva”.

I soggetti coinvolti nell’evento

Hanno aderito alla giornata: La Sbilenka, Alò Saione, Unisi Dipartimento di Arezzo, Electra spa, Velocipede, Pratika, Donne Insieme, Imago, New Factory, Lab 20-30, Acb social inclusion, Arcigay, Legambiente, Campagna Amica, Narrazioni Urbane, Unicoop Fi Sez soci Arezzo, Centro di aggregazione sociale colle del Pionta, Circolo Baobab, Quantiche, Fondazione Monnalisa, Liria.

Condividi l’articolo:
oxfam facebook oxfam Twitter oxfam Linkedin

unisciti a noi!

    informativa sul trattamento dei miei Dati Personali e di prestare il mio consenso (che potrò in ogni caso successivamente revocare) all’utilizzo dei miei dati personali.*

    Salva le famiglie del Corno d’Africa da carestie e siccità

    Porta cibo e aiuti

    dona ora